Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Trends Audio TA-10.2

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 10 Giugno 2013 nel canale DIFFUSORI

“Il piccolo ampli digitale TA-10.2, con potenza fino a 10W e basato sempre sul celeberrimo circuito integrato Tripath TA2024, rappresenta la terza generazione di ampli Trend Audio e promette alcuni piccoli miglioramenti rispetto al modello precedente che non è più in produzione”

Conclusioni e pagella

Il piccolo Trends Audio TA-10.2 è una piacevole conferma che non cambia praticamente una virgola rispetto al suo predecessore. Ed è un bene, credetemi. Il miglioramento più sensibile riguarda soltanto la disposizione dei connettori, ora in posizione nettamente più comoda, poiché per le qualità sonore non mi sembra di aver trovato differenze rispetto al TA-10.1. C'è anche da dire l'ascolto del modello TA-10.1 è di parecchi anni fa ma quello che ho potuto ritrovare nei vecchi appunti è ancora attuale.

Il suono è piacevole, con buona estensione e dinamica sorprendente per un 10W per canale. In buona sostanza, il nuovo TA-10.2 è un ottimo prodotto che conferma sotto ogni aspetto l'ottima fama dei migliori amplificatori basati sull'integrato Tripath TA2024. A questo ounto, l'unica nota stonata è il prezzo che oggi è fissato a 215 Euro, IVA inclusa. Forse un po' troppi guardando alle alternative con chip Tripath, anche nettamente più potenti e sempre rimanendo all'interno dei prodotti distribuiti da Audio Azimuth.

Per maggiori informazioni: audioazimuth.it - playstereo.it - trendsaudio.com

La pagella secondo Emidio Frattaroli: voto medio 6,8

Costruzione 8
Versatilità 6
Misure 7
Ascolto 7
Rapporto Q/P 6

 

 

Articoli correlati

Amplificatore Trends Audio TA-10.1

Amplificatore Trends Audio TA-10.1

Tra gli amplificatori in "classe T", figli di quel prodigioso chip Tripath TA2024 che tanto ha sopreso per qualità e musicalità una lunga schiera di appassionati, il TA-10.1 della Trends Audio è il progetto meglio riuscito poiché è riuscito a far dimenticare alcuni dei pesanti limiti del vecchio T-Amp e di altri piccoli cloni
T-AMP - amplificatore portatile

T-AMP - amplificatore portatile

Il t-amp di Sonic Impact è un amplificatore stereofonico portatile da 15 watt per canale che può essere alimentato anche con 8 batterie stilo. Un prodotto piuttosto interessante poiché, a fronte di un prezzo d'acquisto paurosamente contenuto, sembra accreditato una qualità all'ascolto da impensierire concorrenti con prezzo fino a venti volte superiore



Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Spleen pubblicato il 10 Giugno 2013, 12:03
domanda da niubbio

Scusate l'ignoranza, siate clementi, potrei usare un affarino simile in auto? Non come autoradio ma proprio come pezzo unico danto come entrata un qualunque lettore portatile (smartphone, tablet, o lettore mp3) e collegando l'uscita alle casse dell'auto. Il voltaggio mi sembra quello giusto, è un'idea tanto stupida/folle?
Commento # 2 di: lordbye pubblicato il 10 Giugno 2013, 14:04
Domanda su utilizzo..

Se mai dovessi arrivare a costruire un subwoofer attivo per un impianto HT potrebbe andare bene per pilotarlo?
Commento # 3 di: bianconiglio pubblicato il 10 Giugno 2013, 16:27
mi spiegate perchè volete usarlo per utilizzi per i quali non è disegnato?

Sub: assolutamente no! direi che sarebbe proprio mortificarlo, oltre che per il sub serve potenza. Meglio un classe D

auto: non è meglio prendere un ampli da auto? mi sembra più logico.
Commento # 4 di: bianconiglio pubblicato il 10 Giugno 2013, 16:30
altra considerazione, confrontarlo con un ampli che costa quasi 10 volte tanto mi sembra ingiusto... anche se interessante!

vero, altri ampli classe T costano meno, ma i materiali sono decisamente più scadenti.

Io farei un appunto sulla connettività, un solo ingresso è veramente troppo poco.
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 10 Giugno 2013, 18:38
Risposte telegrafiche.

Certo che è possibile installarlo in auto, facendo attenzione a non esagerare con la tensione di alimentazione. Inoltre, esistono già dei finali per auto con chip Tripath anche più potenti.

Per il sub direi che sarebbe utile una potenza ben superiore, oltre che diverse caratteristiche. Sono d'accordo con bianconiglio.

Il confronto con l'A-S2000 non è da intendersi come sfida ma solo per avere un valido riferimento, giusto per capire come suona il piccolino. Sarà che non ho ancora l'esperienza necessaria per capire come suona un ampli in assoluto. E comunque i confronti aiutano sempre tantissimo. e Avessi avuto un riferimento ancora più autorevole l'avrei utilizzato lo stesso.

Emidio
Commento # 6 di: antani pubblicato il 16 Giugno 2013, 01:51
Il prodotto e' interessante ma il prezzo mi sembra completamente ingiustificato. Si trovano piccoli ampli cinesi su chip ta2024 che costano 1/10.
La componentistica utilizzata dal trends audio (che mi sembra assolutamente standard) non giustifica questa differenza.
Commento # 7 di: -Diablo- pubblicato il 16 Luglio 2013, 14:29
Vedo che questi T-amp continuano a salire di prezzo in modo ingiustificato, io avevo provato a suo tempo il TA 10.1, ok è stato miracoloso vederli pilotare delle casse da pavimento, ma la sorpresa finiva lì.

A livello di timbrica e dinamica non è niente di che. Suona freddino ed è furbo: taglia sui bassi, raffina gli alti e sposta avanti la voce in modo innaturale.

Sommateci la scarsa possibilità/comodità di utilizzarlo e ci si stufa presto di averlo, al prezzo che è ora si iniziano a trovare degli integrati stereo AB di fascia bassa con tutte le connessioni che servono e che hanno poco da invidiare.

Avevo letto di prove fatte con amplificatori e casse da 2000 e passa euro, ma la cosa non mi sorprende, alle volte un integrato di fascia modesta suona meglio al mio orecchio che non impianti PRe+Finale da 10.000 euro.

Per chi apprezza la timbrica TA suggerisco Onkyo.