Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Degustazioni audio da So Cool

di Marco Cicogna , pubblicato il 16 Dicembre 2012 nel canale DIFFUSORI

“Dopo Lanciano e Roma, anche a Milano il piacere delle "Degustazioni Musicali" si rinnova presso il punto vendita So Cool di Milano, con una selezione musicale sinfonica di ampio respiro e con un sistema di riferimento con elettroniche Audio Research e diffusori Wilson Audio”

La selezione musicale

Dettaglio e trasparenza si univano ad un senso di naturale profondità del campo sonoro, tanto che neppure nei passaggi più incisivi a volume elevato si è colta la minima fatica d'ascolto. La mancanza di “disturbi” provenienti da altre sale o da parte di un pubblico “chiacchierone”, ha poi fatto il resto, consentendo di penetrare complesse trame sonore per sviscerarne le più sottili sfumature anche nelle parti più intime e delicate. In tal modo la vera “dinamica orchestrale”, più che il classico luogo comune, è stata una realtà che non ha mancato di affascinare i presenti, quegli intrepidi e selezionati che hanno superato le intemperie per raggiungerci.

L’occasione è stata ghiotta. Già nella passata edizione del Top Audio molti appassionati avevano potuto ascoltare una simile carrellata di brani musicali con il sistema allo stato dell'arte dotato delle mastodontiche Alexandria XLF, ammiraglie dell'azienda dello Utah. Il mio impegno ancora una volta è stato soprattutto con il repertorio sinfonico, raccogliendo una serie di brani di facile ascolto in grado di mettere in evidenza le caratteristiche sonore di un impianto . Non mi piace restare legato ad una sola etichetta discografica (che potrebbe “viziare” con le proprie caratteristiche sonore il giudizio d’ascolto), ci siamo tolti il lusso di affrontare una selezione di brani che solitamente uso per me e non per dimostrazioni pubbliche.

Abbiamo quindi giocato con molti impasti strumentali, singoli strumenti e più strumenti in impasti timbrici sempre diversi sino a giungere alle più complesse strutture sinfoniche. Decine di pagine e altrettante etichette, dalle majors discografiche sino alle tante piccole etichette che trovano posto nella mia sezione musicale. Il programma si è articolato in una serie di passaggi strumentali che mettevano in evidenza varie combinazioni timbriche. Chi era li si è reso conto che nelle normali situazioni di una mostra hifi nessuno gli avrebbe fatto ascoltare a livello praticamente reale il finale della “Sagra della Primavera” o l’attacco sugli ottoni e timpani da “Urano” (Holst, Pianeti) o la possente pedaliera dell’ormai famoso CD Telarc con l’organo della cattedrale di St. John the Divine a New York.