Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Classica in Blu-ray: settembre 2012

di Marco Cicogna , pubblicato il 20 Agosto 2012 nel canale DIFFUSORI

“Il repertorio musicale classico in Blu-ray Disc, cresciuto sensibilmente, raccoglie diversi generi tra i quali l'opera, il balletto e i concerti sinfonici scelti dal meglio della stagione di importanti orchestre. Il video HD e l'audio multicanale non compresso assicurano puro coinvolgimento ai possessori di un impianto HT di solida fattura.”

Nelson e Bronfman a Lucerna

Un altro prezioso documento musicale dal Festival di Lucerna della scorsa estate, di recente in distribuzione italiana da Ducale, dimostra l’elevato standard tecnico dell’etichetta tedesca Unitel Classica. Questa volta troviamo l'eccellente formazione della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam con il pianista Yefim Bronfman. La serata è quella del 5 settembre 2011, con un programma di grande spessore anche se ancora decisamente “popolare”. Al primo tempo troviamo il concerto n. 5 per pianoforte di Beethoven, una pagina tra le più famose per pianoforte ed orchestra qui affrontata con convinzione ed energia da Bronfman.

Al secondo tempo il giovane direttore Andris Nelsons propone la celeberrima “Sheherazade” di Rimsky-Korsakov, pagina orchestrale molto apprezzata dagli appassionati del bel suono per la straordinaria ricchezza della strumentazione. Musica russa nel senso più felice del termine, un repertorio di facile ascolto con temi fluidi e scorrevoli che vi ritroverete a canticchiare già al primo ascolto. Per i più smaliziati basti dire che questa Sheherazade trova qui una lettura efficace, intensa, il cui carattere leggero è stemperato dalla nobiltà espressiva della formazione di Amsterdam, una delle orchestre migliori al mondo. Ad alto volume si apprezza la trasparenza dei piani sonori e la dinamica complessiva, con una regia capace di seguire senza imbarazzi il sottile gioco degli strumenti, con i solisti di volta in volta in opportuna evidenza. Anche in questo caso, video di buon livello e audio in DTS HD Master Audio multicanale e PCM stereo.

Per informazioni: sito del produttore - amazon.it - distributore italiano

Buon ascolto e buona visione.

 



Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: AlbertoPN pubblicato il 20 Agosto 2012, 15:49
Complimenti per l'iniziativa, davvero ottima !

Si potrebbe anche fare uno speciale simile sulla musica più commerciale, dato che in BD esiste oramai una discreta offerta di concerti ed eventi live.

Ma già rimanendo sulla classica (che è tanta roba", plaudo ancora per l'articolo.
Commento # 2 di: nano70 pubblicato il 20 Agosto 2012, 16:44
Finalmente un po di spazio anche alla musica in blu-ray. Ho quasi tutta la serie di sinfonie di Mahler con Abbado e l'orchestra di Lucerna. Stranamente, nonostante il luogo, l'orchestra e in teoria anche i tecnici del suono siano sempre gli stessi, i risultati all'ascolto sono piuttosto altalenanti con punti di eccellenza nella terza sinfonia. Molto bella la Quinta di Brukner, una delle mie preferite, che non mancherò certamente di prendere in BR.
Commento # 3 di: g_andrini pubblicato il 20 Agosto 2012, 17:11
Personalmente ascolto parecchia musica classica, ultimamente il concerto di Capodanno di Vienna del 2012, del teatro La Fenice del 2005 e del 2007, Raymonda, ed altri.

Però, ascolto solo in cuffia, ovviamente in stereo, e molto spesso con una forte compressione, che elimina alcune enfatizzazioni moderne che non mi piacciono.

Per il resto, ottimo articolo, scritto con professionalità.
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 20 Agosto 2012, 20:49
Originariamente inviato da: Alberto Pilot;3600882
... Si potrebbe anche fare uno speciale simile sulla musica più commerciale, dato che in BD esiste oramai una discreta offerta di concerti ed eventi live....
Sono d'accordo. E infatti nei prossimi appuntamenti allargheremo anche a pop, rock, jazz e blues. L'obiettivo è di realizzare un articolo mensile, come quelli di Alessio Tambone. Arriveranno poi anche le recensioni più approfondite per i dischi (e anche i files HD) più meritevoli.

Grazie per il feedback, molto incoraggiante!

Emidio
Commento # 5 di: napodan pubblicato il 22 Agosto 2012, 07:48
Sono strafelice di questa iniziativa, davvero interessante. Complimenti .
L'articolo poi, è eccezionale .
Sono proprio contento e non vedo l'ora di seguirvi nelle prossime puntate .
Commento # 6 di: Pixies pubblicato il 23 Agosto 2012, 23:48
Bravi, più spazio al multicanale!

Un plauso a questa iniziativa. E' importante promuovere l'ascolto in multicanale della musica, è davvero un aspetto interessante e poco diffuso, anche tra gli audiofili.
Ho scoperto da poco questo mondo grazie ai lettori multiformato che leggono sacd, blu ray, ecc. Grazie ai prezzi umani che hanno raggiunto, si apre un mondo nuovo anche a chi non può spendere grosse cifre.
Sto quindi iniziando a gustarmi sacd, blu ray musicali e blu ray audio!
Commento # 7 di: AF80 pubblicato il 24 Agosto 2012, 00:25
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;3601134
nei prossimi appuntamenti allargheremo anche a pop, rock, jazz e blues...


...Non vedo l'ora!!!
Commento # 8 di: GMB777 pubblicato il 24 Agosto 2012, 09:49
Complimenti, complimenti, complimenti

Mi ci voleva proprio, caro Emidio. Sai che sono un 'vecchio' della vera hi-fi (fondati Suono 1971, Stereoplay 1972, Fedeltà del Suono etc.) Sebbene possieda tuttora quasi mille lp ho sempre cercato di 'pesare' oggettivamente le alternative digitali che si sono andate susseguendo nei decenni. Le ho sempre utilizzate, non fosse altro che per motivi di comodità d'uso. Bene, ora sono arrivato alla convinzione che il BD (con audio loss-less, magari solo 2.0, meglio che un 5.1/7.1 mal ripreso e lavorato) - sia la cosa migliore che abbiamo. DVD Audio e SACD non mi hanno mai estasiato e convinto come 'salto' di qualità resa. Certo, dipende sempre dal 'manico' di chi ci ha messo le mani dietro, esattamente come negli anni Sessanta e Settanta, per altro. Ma la potenzialità del supporto, stavolta, è ampia e si possono fare cose audio d'eccellenza. Chi - audiofilo oscurantista - viene distratto dal video, semplicemente può spegnerlo in corso d'ascolto... La sorgente BD aggiunta agli ingressi milionari non gli rovinerà il preamplificatore e, se provassero, potrebbero avere delle sorprese. Ma molti non uniscono il sacro (ascolto single da purista del loro sistema high end nell'unica posizione a resa massima) con il profano, uno o due componenti AV aggiunti al venerabile, prezioso impianto. Be', questa posizione, sappi, sebbene me ne senta in piccola parte responsabile anch'io per le... strategie di informazione che ho dovuto far seguire alle riviste che ho diretto, alla mia veneranda età di oltre sessanta, la rifiuto duramente. Il video dei concerti, forse distrae ma, se almeno la prima volta te lo guardi, ti insegna sempre qualcosa. Quanti super audiofili fondamentalisti - per altro - si vanno a 'tarare' le orecchie al concerto dal vivo più volte l'anno? Quanti, invece, sono degli... onanisti dei loro totem? Cosa è più colto e va coltivato, il concerto, la musica nel suo insieme del contenuto e dell'evento (interpretazioni), oppure l'oggetto - seppur mirabile - che la riproduce? Arrivo tardi? Per me, voi siete arrivati in tempo. Bravi!
Commento # 9 di: BJT pubblicato il 04 Settembre 2012, 14:11
Complimenti per l'iniziativa.
Argomento interessante da sviluppare in ottica futura.
Commento # 10 di: g_andrini pubblicato il 04 Ottobre 2012, 19:30
Ho ascoltato in toto e parzialmente visto il concerto di Abbado che interpreta la quinta di Bruckner.

E' una ottima esecuzione, con una musica classica dell'ottocento ancora piacevole da ascoltare.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »