Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Martin Logan Electromotion ESL

di Marco Cicogna , pubblicato il 11 Settembre 2012 nel canale DIFFUSORI

“Le Electromotion EML di Martin Logan sono diffusori elettrostatici ibridi, con pannello radiante da 0,19 mq per le frequenze medio alte, woofer da 20 cm per lo spettro più basso, sono disponibili anche in configurazione home theater e hanno un rapporto qualità prezzo che ha dell'incredibile”

Conclusioni

Trascorse alcune settimane dall'arrivo delle MartinLogan nella mia sala da musica, riprendo volentieri in in mano queste considerazioni d'ascolto per un aggiornamento “a freddo”. Mi rendo conto che c'è un rigore timbrico che non abbandona mai la necessaria piacevolezza d'emissione. Tra poco arriverà la grande rassegna milanese e mi è piaciuto selezionare proprio attraverso le ESL una serie di brani sinfonici molto impegnativi per alcune demo che metteranno in seria difficoltà gli espositori. Tra queste partiture non poteva mancare il ben noto Pini di Roma di Respighi, una pagina che tutti gli audiofili conoscono (o almeno pensano di conoscere). Mi chiedo quanti di voi si siano dati da fare per ascoltare dal vivo con una grande orchestra una delle poche pagine davvero significative del sinfonismo italiano. Il lento crescendo de I Pini della Via Appia, costruito su un ritmo di marcia incalzante sul quale si inseriscono ottoni e percussioni in un parossismo ai limiti del volgare ha il senso di inevitabile piacevolezza di un momento di intenso erotismo, quando superato il punto di non ritorno, il piacere giunge travolgente.

Gli appassionati di alta fedeltà hanno almeno un buon motivo per essere contenti di questa crisi. Sino a qualche tempo fa non sarebbe stato possibile accedere a questo prezzo ad un sistema di altoparlanti di tali prestazioni. Se da un lato l'High End ai massimi livelli resta difficilmente accessibile ai più (e comunque non sottovalutiamo il mercato dei beni di lusso che è l'unico a “tirare” ancora forte) dall'altro è evidente come oggi si possa realizzare un sistema bensuonante ad un prezzo prima impensabile. Le Electromotion si propongono come anello finale di una catena di musicalità di altissimo profilo, un sistema con poche controindicazioni che da il meglio di se anche in ambienti domestici particolarmente compatti.

Evidenziamo inoltre (e ribadiamo con convinzione) la possibilità di impiego come canali frontali di un sistema Home Theatre di vocazione audiophile, potendo contare su un canale centrale e diffusori posteriori della stessa serie, un complemento sonoro di rango al più performante sistema video che vorrete (e potrete) affiancargli. Qualcuno potrebbe pensare di usarle addirittura come canale posteriore di un sistema HT realmente importante. Fortunato lui, che potrà godere del grande senso di coinvolgimento possibile con gli attuali titoli musicali in Blu Ray, dotati di un audio multicanale in Dts Master Audio che stabilisce le nuove frontiere del godimento musicale attraverso un impianto domestico.

Per maggiori informazioni: www.martinlogan.com/electromotion/em-esl.php - www.audionatali.it

La pagella di Marco Cicogna: voto finale 80/100

Costruzione 8
Versatilità 7
Ascolto 8
Rapporto Q/P 9

 

Articoli correlati

Misure e diffusori: il test in batteria

Misure e diffusori: il test in batteria

Quando “il capo” mi ha chiesto cosa ne pensassi di una corposa prova in batteria, ho risposto immediatamente di si, ben sapendo quanto siano richiesti a gran voce questo tipo di test ma solo dopo aver descritto come sarà effettuato il test, con quali misure, che tipo di ascolto, quali confronti e come interpretare i vari dati
Pioneer TAD Reference One

Pioneer TAD Reference One

Le grandi Reference One di TAD, arrivate nel nostro Paese solo lo scorso anno, sono considerate dalla stragrande maggioranza dei pochi fortunati che le hanno ascoltate un ottimo candidato come miglior diffusore al mondo
Pure Acoustics PRO 838

Pure Acoustics PRO 838

La porta di ingresso all’alta fedeltà secondo Pure Acoustics: un diffusore tanto economico quanto interessante, che passiamo sotto la lente di ingrandimento della sala di ascolto anche del laboratorio. Se poi amate il saldatore ed il DIY allora ci si può davvero divertire
Diffusori B&W XT2

Diffusori B&W XT2

I diffusori XT2 sono caratterizzati dal cabinet in alluminio lucidato, dall'utilizzo di altoparlanti con dinamica elevata e alcune delle soluzioni impiegate nella serie Nautilus: un diffusore che può essere utilizzato sia in configurazione stereofonica, sia in sofisticati impianti multicanale



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: grezzo72 pubblicato il 12 Settembre 2012, 12:25
complimenti a Lorenzo Di Nicola per la bella e coinvolgente recensione!

L'elettrostatico è un mondo che non conosco se non per qualche fugace ascolto o lettura.

peccato non ci sia il supporto delle misure e grafici ma, come ha scritto Emidio nell'altro 3rd, ci saranno la prossima volta.
Commento # 2 di: bore pubblicato il 13 Settembre 2012, 10:30
grazie per la recensione: un solo appunto

Grazie per la recensione, avessi spazio in casa e un po' di soldi ...
Un solo appunto su questa frase Qualcosa anche di italiano (pur con qualche dubbio su alcuni blasonatissimi che ultimamente ci hanno un poco deluso): senza specificare di cosa stai parlando e a chi ti riferisci con il noi secondo me queste sono frasi da evitare perchè io per esempio non capisco a cosa ti riferisci e inoltre qualcuno potrebbe restare infastidito.
Commento # 3 di: jumperman pubblicato il 20 Settembre 2012, 09:14
Ma che si intende per prezzo basso? prezzo basso tipo 800 euro per la coppia anteriore o basso rispetto ai prezzi astronomici della fascia alta? in questo caso anche 1600 euro è basso ma è certamente alto in termini assoluti IMHO
Commento # 4 di: guest_125542 pubblicato il 13 Febbraio 2015, 23:55
Buonasera, starei valutando l'acquisto di questi diffusori, ma vorrei capire se il fatto di rimanere sempre alimentati può ridurre la vita del pannello. Eventualmente staccare i piccoli alimentatori terminato l'ascolto sarebbe corretto? Qualcuno che li possiede potrebbe gentilmente spiegarmi? Ringrazio anticipatamente
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 14 Febbraio 2015, 16:46
Originariamente inviato da: Pls;4336460
... vorrei capire se il fatto di rimanere sempre alimentati può ridurre la vita del pannello...


Segue risposta ufficiale da parte del distributore italiano Audio Natali:

... da molti anni Martin Logan ha posto rimedio al problema. Tutti i diffusori sono dotati di schede di alimentazione in grado di alimentare il pannello elettrostatico solo in presenza di segnale.

Pertanto, i diffusori potranno tranquillamente restare in standby senza alcun problema.
Commento # 6 di: guest_125542 pubblicato il 14 Febbraio 2015, 21:20
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;4336704
Segue risposta ufficiale da parte del distributore italiano Audio Natali:

... da molti anni Martin Logan ha posto rimedio al problema. Tutti i diffusori sono dotati di schede di alimentazione in grado di alimentare il pannello elettrostatico solo in presenza di segnale.

Pertanto, i diffusori potranno tranquillamente restare in standby se..........[CUT]


Grazie mille, chiarissimo.