Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

CES 2009: Day 01

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 10 Gennaio 2009 nel canale DIFFUSORI

“Nella prima, interlocutoria giornata di questo CES 2009, dopo gli appuntamenti con le principali conferenze stampa con Sony e la BDA, iniziamo con un primo assaggio dalle suite dell'hotel Venetian, chiamati da una interessante conferenza stampa per l'annuncio di un nuovo Blu-ray Audiophile”

Conferenza BDA

La conferenza stampa della Blu-ray Disc Association è così "insipida" da sembrare l'ultima della storia. Il formato Blu-ray Disc è ormai partito alla grande. In questi primi tre anni di vita ha fatto meglio di qualsiasi altro nuovo formato della storia, DVD Video compreso: un successo che si traduce in quasi 11 milioni di lettori Blu-ray Disc installati (PS3 compresa, ovviamente) e una pubblicazione di circa di 1.100 titoli.


Alcuni degli ottimi "numeri" dell'emergente formato Blu-ray Disc
- click per ingrandire -

Inoltre in questo ultimo trimestre la vendita di contenuti in Blu-ray Disc ha fatto segnare numerosi record. Il Blu-ray di "The Dark Khight" ha venduto già più di un milione di copie. In questo ultimi tre anni sono stati venduti nel mondo più di 30 milioni di dischi, con un trend in crescita sensazionale, soprattutto per il periodo natalizio.


Più di 30 milioni di supporti nei primi 3 anni; a destra alcuni dei nuovi lettori presentati
- click per ingrandire -

Purtroppo le note dolenti rimangono. Le protezioni (leggasi AACS e BD+) sono inutili davanti a software come AnyDVD HD ma costano così tanto da scoraggiare i piccoli editori dal passare a questo nuovo formato. Le aziende che costituiscono la BDA ovviamente fanno orecchie da mercante ma da alcune voci non confermate c'è già qualcuno che pensa di ridurre un pochino il costo della licenza AACS, almeno alla luce della sua disastrosa utilità.

Appuntamento nei prossimi giorni per altre notizie dall'ultima edizione del CES.

 

Articoli correlati

CES 2009: Press Day

CES 2009: Press Day

Il reportage giornaliero dall'ultima edizione del Consumer Electronic Show inizia con il report della prima giornata dedicata alla stampa, in cui si alternano le prime conferenze delle principali aziende del settore e in cui vengono annunciati prodotti e tendenze per il nuovo anno



Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: rider4ever pubblicato il 12 Gennaio 2009, 12:08
Bel reportage!
Sono solo un po' deluso dalla parte sul nuovo formato audio proposto da TAD, che sembra essere una bolla di sapone. Si sono limitati a dire che il blu-ray sarebbe un buon supporto, senza avere niente di concreto in mano. Inoltre la candidatura di S/PDIF come interfaccia per risolvere problemi di clock non mi sembra azzeccatissima, visto che introduce a sua volta problemi di jitter...
Commento # 2 di: sasadf pubblicato il 12 Gennaio 2009, 19:07
Tanto fumo e niente arrosto... era prevedibile..

Poi a me quelle TAD nn mi son mica mai piaciute, se son quelle che stavano allo stand Pioneer l'anno scorso..

In ogni caso, a meno di 3 mesi dal TAV attendersi novità bomba non era sensato...

Cmq grazie ad Emidio

Mai come quest'anno i suoi puntuali reportage permettono a noi umani di addentrarci in minimissima parte nell'atmosfera della Kermesse che si sta svolgendo nel Nevada.

walk on
sasadf
Commento # 3 di: Ryusei pubblicato il 12 Gennaio 2009, 20:02
quindi nessuna speranza che elimino le totalmente inutili (se non a far lievitare il prezzo) protezioni dai BD?!?
peccato... secondo me farebbero schizzare ancor piu' su le vendite sia di hw che di sw...
Commento # 4 di: sasadf pubblicato il 12 Gennaio 2009, 20:35
Effetivamente la cosa è sconfortante..

walk on
sasadf
Commento # 5 di: AV Magazine pubblicato il 12 Gennaio 2009, 23:52
Per quanto riguarda TAD, sono d'accordo che molti si aspettavano qualcosa di più. Diciamo che sono stati bravissi a compilare una notizia molto intrigante che ha fatto sì che fossero presenti molti giornalisti.

D'altra parte quello che dice Pioneer ha molto senso: utilizzare il Blu-ray come fosse un DVD Audio, con la netta differenza che in questo caso la penetrazione dell'hardware è straordinariamente superiore.

Anch'io non sono d'accordo con quello che dice TAD sull''HDMI. E infatti subito dopo sono andato proprio da HDMI Licensing LCC che mi ha confermato che è solo una questione politica ed economica. Esistono le stesse soluzioni per il re-clock dei segnali audio digitali via HDMI.

Certo: i produttori di DAC esterni dovranno sbattersi un po' di più per integrare qualche componente in più rispetto ad una soluzione che utilizzi l'interfaccia S/PDIF. D'altra parte perché non dare la possibilità al blu-ray di veicolare audio HD anche attraverso la S/PDIF?
Commento # 6 di: Dave76 pubblicato il 13 Gennaio 2009, 08:22
ma da alcune voci non confermate c'è già qualcuno che pensa di ridurre un pochino il costo della licenza AACS, almeno alla luce della sua disastrosa utilità.


E sarebbe anche ora che si svegliassero...
Commento # 7 di: sasadf pubblicato il 13 Gennaio 2009, 12:05
Ma toglietela direttamente: oramai non c'è quasi più nessuno che rippa i film: è fuori moda: oramai scaricano direttamente dalla rete... (in qualità scandalosa tra l'altro.. )

walk on
sasadf
Commento # 8 di: papux pubblicato il 13 Gennaio 2009, 12:09
non vorrei dire un'immane pu@@@@,
ma l'interfaccia s/pdif non ha per sua stessa natura una limitazione nella banda passante di 1,5mb/s che si raggiunge o in pcm stereo non compresso o dts full rate?
Commento # 9 di: Dave76 pubblicato il 13 Gennaio 2009, 12:14
No, è il protocollo che ha questa limitazione, ma la fibra ottica arriverebbe a svariati Gbps...e infatti il problema sarebbe ridefinire il protocollo e credo che non sia possibile con quello che è attualmente in commercio (ovvero, bisognerebbe cmq comprare qualcosa di nuovo)...correggetemi pure se ho detto una fregnaccia...
Commento # 10 di: sasadf pubblicato il 13 Gennaio 2009, 12:17
parlano di politica....evidentemente si riferiscono al fatto che già la Spdif così come è, cioè senza protezione da copia digitale alcuna, è una gran rogna, ed infatti a livello globale stan cercando di soppiantarla a favore dell'HDMI HDCP compliant

Convincere le industrie ad inserire una SPDIF così performante è cosa inattuale ed inattuabile.

COloro che aspirano alla qualità assoluta, dovranno cercare altrove la loro soluzione.... , a meno di non inseire anche lì qualche chiave di cerittazione inattaccabile e costosa (con Any dvd alla finestra! ).

walk on
sasadf
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »