Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Fatman iTube Valve Dock + Speakers

di Gian Luca Di Felice , pubblicato il 03 Aprile 2008 nel canale DIFFUSORI

“Il Fatman iTube Valve è un sistema audio completo, formato da un amplificatore integrato ibrido a valvole, dock per iPod e mini diffusori da scaffale in grado di unire in maniera quanto mai affascinante il più tradizionale mondo Hi-Fi analogico con il digitale rivoluzionario firmato Apple”

Conclusioni

Il Fatman iTube Valve Dock è il classico esempio di come si possano coniugare con successo tradizione, modernità e design. Fino a qualche anno fa, chi l'avrebbe mai potuto immaginare che l'iPod potesse diventare la sorgente musicale di un pubblico così vasto e anche se riteniamo che il "vero" Hi-Fi debba passare tramite musica non compressa da CD, SACD, DVD-Audio o vinile, ben vengano queste nuove tipologie di prodotti "iPod Ready" che consentono comunque di entrare in possesso di sistemi Hi-Fi capaci di sfruttare al meglio l'indubbia versatilità di un prodotto come l'iPod e l'eventuale successivo upgrade verso sorgenti di maggior pregio.

Con 699 Euro potete entrare in possesso di un sistema audio completo, molto curato nel design, ben suonante e dotato di tutto quel fascino che solo le valvole sanno regalare. Un capitolo a parte meritano a mio avviso i diffusori inclusi nel kit che non si sono rilevati all'altezza dell'integrato, al punto tale da indurci in un primo momento a rimanere piuttosto delusi della resa complessiva del sistema. Il nostro consiglio è quindi di valutare l'acquisto del solo Fatman iTube Valve senza diffusori risparmiando, tra l'altro, 200 Euro (499 Euro) e facendovi consigliare dal negoziante una coppia di diffusori da abbinare all'amplificatore/dock.

Per maggiori informazioni: www.audiogamma.it

 

Articoli correlati

Ampli Yarland M34, FV34, A-ONE

Ampli Yarland M34, FV34, A-ONE

Dopo l'esaltante incontro all'ultimo Roma Hi-End Show, il giovane distributore italiano AAAVT ci ha consegnato un tris di amplificatori a valvole Yarland, basati sui classici e potenti tubi EL34B in configurazione push-pull in classe A e con rapporto qualità prezzo che ha dell'incredibile
Logitech Squeezebox - Musica in rete

Logitech Squeezebox - Musica in rete

Lo Squeezebox, disponibile sul mercato nella sua prima versione dal 2003, è pensato per riprodurre la musica in streaming dalla rete e da server home ed ha aperto il mondo delle radio internet puntando sulla qualità d'ascolto e l'utilizzo di un sistema operativo open-source.
Amplificatore Trends Audio TA-10.1

Amplificatore Trends Audio TA-10.1

Tra gli amplificatori in "classe T", figli di quel prodigioso chip Tripath TA2024 che tanto ha sopreso per qualità e musicalità una lunga schiera di appassionati, il TA-10.1 della Trends Audio è il progetto meglio riuscito poiché è riuscito a far dimenticare alcuni dei pesanti limiti del vecchio T-Amp e di altri piccoli cloni
Diffusori B&W XT2

Diffusori B&W XT2

I diffusori XT2 sono caratterizzati dal cabinet in alluminio lucidato, dall'utilizzo di altoparlanti con dinamica elevata e alcune delle soluzioni impiegate nella serie Nautilus: un diffusore che può essere utilizzato sia in configurazione stereofonica, sia in sofisticati impianti multicanale



Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Girmi pubblicato il 03 Aprile 2008, 17:30
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice
All'interno dell'iPod ho caricato sia tracce MP3 codificate a 192kbps, sia con codifica AAC, sia di tipo WAV (lossless).

I WAV immagino fossero 44/16 ma gli AAC?
192Kbps come gli MP3?
Notate differenze fra i formati?

Ciao.
Commento # 2 di: lucatortuga pubblicato il 03 Aprile 2008, 19:11
Quoto Girmi.
Anche a me piacerebbe saperne di più in merito.
Molta differenza tra un WAV dall'iPod e lo stesso brano da cd-player?
Commento # 3 di: OXO pubblicato il 04 Aprile 2008, 00:18
Io invece sarei curioso di sapere la differenza fra il CD e un buon MP3 a 192kbs variabili fatto come si deve...

Comunque avevo già sentito parlar bene di questi Fatman, l'esito di questa prova (diffusori a parte) ne è una conferma.
Commento # 4 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 04 Aprile 2008, 09:37
Ciao a tutti,
cercherò di rispondere a tutti i vostri quesiti:
I WAV utilizzati sono rippati direttamente da CD e quindi naturalmente a 44khz / 16bit, mentre gli AAC da me utilizzati sono dei brani acquistati da iTunes e quindi a 128kbps.
In questo caso è difficile azzardare un paragone, in quanto gli Mp3 e gli AAC sono di brani diversi, cmq posso assicurare che comunemente l'algoritmo AAC si è rivelato più efficiente del Mp3 e a parità di bit-rate suonano meglio gli AAC.
Posso aggiungere che ho utilizzato gli stessi brani (Peter Cincotti, dall'album omonimo Concord Records e Babyface MTV Unplugged NYC 1997) nel confronto Mp3 192kbps, WAV e CD. Dall'iPod i brani WAV sono risultati decisamente più equilibrati, soprattutto in termini di risposta in frequenza e dinamica. L'ascolto diretto dei CD ha poi rivelato una scena più tridimensionale, maggiore precisione e spaziosità, ma va anche considerata la qualità del CD player dotato di doppio convertitore 20bit Burr Brown PCM1702 (considerato tra i migliori convertitori D/A sul mercato) e le differenze si possono apprezzare quanto più si sale con la qualità dell'amplificazione.
In abbinamento con il Fatman, la riproduzione dei WAV dall'iPod si è rivelata più che soddisfacente e sicuramente all'altezza (se non meglio) della maggior parte dei lettori CD di primo prezzo!

Spero di essere stato sufficientemente esaustivo...

Gianluca
Commento # 5 di: lucatortuga pubblicato il 04 Aprile 2008, 10:03
Per quanto mi riguarda, lo sei stato, ampiamente.
Grazie.
Commento # 6 di: OXO pubblicato il 04 Aprile 2008, 19:04
Puoi dirci come hai rippato gli MP3 (programma, codec, valori)...?
Commento # 7 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 04 Aprile 2008, 19:46
Oxo, non capisco molto il senso della tua domanda in relazione alla prova del Fatman cmq ho rippato i CD utilizzando Nero 8 e il suo encoder a 192kbps / 44Khz stereo a bit-rate costante. Di più non so dirti!

Gianluca
Commento # 8 di: OXO pubblicato il 05 Aprile 2008, 11:51
Perdonami, è che sto valutando le reali differenze in sede di ascolto fra MP3/AAC e FLAC: mi rendo conto che probabilmente non è il 3d più adatto, semmai ti contatto in MP.