Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cuffie noontec Zoro II wireless

di Emidio Frattaroli , Franco Baiocchi , pubblicato il 08 Febbraio 2016 nel canale DIFFUSORI

“Le noontec Zoro II wireless, cuffie dal design italiano realizzate in Cina, disponibili in 5 colorazioni, sono dotate di driver Voltrik HD da 40 mm, impedenza di ingresso a 32 Ohm, connessione Blutooth 4.0 e accumulatore da 650 mAh per più di 20 ore di ascolto”

Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Abbiamo ricevuto in prova le nuove Zoro II, cuffie wireless da parte di noontec, ditta australiana fondata nel 2002 e produttrice di oggetti nel campo dell'elettronica di consumo ed in particolar modo cuffie, media player, TV Box e accessori per il settore mobile. Le Zoro II sono realizzate in Cina, hanno design italiano e una colorazione che gioca sui toni rossi e neri, con inserti in metallo. Sono costruite quasi interamente in materiale plastico, con l'archetto con finitura lucida antigraffio, costituito da un unico blocco rivestito di materiale soffice nella zona che va a contatto con la parte superiore della testa.

 
- click per ingrandire -

Poco prima dei padiglioni  c'è la cerniera a scatto per ripiegare le cuffie, in corrispondenza della prolunga dalla corsa non molto lunga come si può notare nelle immagini sopra. Sui padiglioni troviamo invece degli inserti in alluminio satinato, con le serigrafie del logo della ditta produttrice ed il nome delle cuffie. I padiglioni presentano un leggero gioco rispetto alla struttra che le collega all'archetto (per trovare la posizione più favorevole) e sono realizzati con lo stesso materiale plastico lucido anti-graffio dell'archetto; i piccoli cuscinetti auricolari sono in morbida pelle sintetica di colore nero, al di sotto della quale c'è del cotone di decompressione.

  
- click per ingrandire -

Sul padiglione sinistro troviamo il tasto di accensione che svolge anche le funzionalità di play/pausa, risposta/rifiuto della chiamata, a seconda della pressione e del numero di volte che si utilizza il bottone; appena sopra c'è una banda con un power LED multicolore e 4 ulteriori led arancioni, che indicano lo stato della batteria, attivabili tramite una doppia pressione sul bottone di accensione; nella parte inferiore c'è l'ingresso mini-jack stereo per il collegamento a filo. Nella parte esterna, appena sopra l'inserto in alluminio satinato, è situata l'antenna NFC per il collegamento rapido con i dispositivi compatibili. 

 
- click per ingrandire -

Il padiglione destro presenta invece un bilanciere per il volume, utilizzabile anche come sistema di forward/rewind, sfruttando sempre la differente pressione sui bottoni; nella parte inferiore c'è invece il connettore micro USB per la ricarica delle batterie. Le cuffie sono di tipo sovraurale e calzano abbastanza bene anche se, ad una prima impressione, non sembrano molto comode, forse perchè per gli scarsocriniti come me, il materiale di protezione nella parte inferiore dell'archetto non risulta poi così soffice. Il pairing Blutooth, pur non utilizzando l'NFC, risulta pressochè semplice ed immediato.  


- click per ingrandire -

Le Zoro II utilizzano la tecnologia Sourround Closed Cavity Body (forse un modo più "cool" per dire che sono cuffie di tipo chiuso) con magnete al neodimio e montano altoparlanti prorietari, i Votrik di Noontec da 40 mm. Nella confezione inoltre troviamo una custodia realizzata con un materiale che sembra un incrocio tra lattice e velluto, molto piacevole al tatto, un cavo minijack da 125cm di lunghezza con tasto di risposta e microfono ed un cavo USB per la ricarica, una guida rapida di istruzioni a forma di microbrochure in differenti linguaggi.