Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma

di Alessio Tambone , pubblicato il 12 Ottobre 2006 nel canale CINEMA

“Jack Sparrow naviga nuovamente nelle acque dei cinema italiani. In sala è ancora in programmazione il nuovo episodio della saga piratesca, che richiama le vecchie leggende dell'Olandese Volante e del Kraken. Ecco il giudizio di AV Magazine”

Riflessioni conclusive e qualità AV


Di corsa verso il terzo episodio...

Volendo riassumere in poche parole quello che pensiamo del film potremmo tranquillamente esordire con: Pirates of the Caribbean: World's End. E' il titolo del terzo e ultimo capitolo della saga, che uscirà nelle sale cinematografiche il prossimo anno. Siamo convinti che alla luce della conclusione della trilogia riusciremo a godere meglio di questo secondo episodio che, anche se ben realizzato, non ha entusiasmato ed ha perso nettamente il confronto con il predecessore. E per questo puntiamo il dito soprattutto verso gli sceneggiatori.

Guardando invece alla proiezione, non ci sentiamo di assegnare lodi di merito al film per la qualità audio, che ha sofferto l'utilizzo di pochi surround e di un canale LFE non sempre all'altezza delle situazioni (su tutte la presenza del Kraken), almeno nella proiezione su pellicola. Nella proiezione del film in digitale invece l'estensione, presenza e potenza dello spettro inferiore è davvero ottimo.La qualità delle immagini invece non ci è piaciuta proprio per niente, probabilmente per le scelte del direttore della fotografia che hanno causato diversi problemi alle basse luci.


Una simulazione per spiegare i problemi rilevati sulle immagini
- click per ingrandire -

In pratica la maggior parte delle immagini sono caratterizzate da un gamma elevatissimo, specialmente nelle scene iniziali del film: i particolari sulle basse luci sono quasi completamente affogati sotto il livello del nero. Nelle varie parti del film, il direttore della fotografia ha scelto probabilmente di donare alle immagini anche una temperatura colore differente. Qui in alto vi proponiamo un'elaborazione dell'immagine originale (a sinistra) della cartella stampa in modo da simulare il risultato osservato in sala, sia per la proiezione in pellicola che in quella in digitale.

Saremo comunque in prima fila quando Jack Sparrow tornerà all'orizzonte con la sua Perla Nera, perché legati al genere di film e affascinati dai personaggi, dal contesto storico e dalle situazioni. E poi siamo tanto curiosi di vedere il chitarrista Keith Richards nei panni di papà Sparrow, che ha terminato di girare le sue scene proprio qualche giorno fa. Creando tra l'altro non pochi problemi alla produzione dovuti alla sua lucidità sul set.

Restiamo invece in trepidante attesa di una smentita ufficiale per le voci che circolano in questi giorni, che vorrebbero gli sceneggiatori al lavoro su un quarto episodio della saga. Non per il quarto episodio in se che, se ben articolato, può essere tranquillamente accettato, ma per l'assenza di Orlando Bloom (il suo personaggio dovrebbe essere destinato alla morte) per motivi di budget, che potrebbe mettere le basi per una melensa storia d'amore tra Jack Sparrow e Elizabeth Swann.

Yo ho, yo ho, a pirate's life for me.
We pillage, we plunder, we rifle, and loot,
Drink up, me 'earties, yo ho.