Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Oscar 2014 - I vincitori

di Redazione , pubblicato il 03 Marzo 2014 nel canale CINEMA

“Si è appena conclusa la lunga notte degli Oscar. 37 i film candidati per le 21 statuette in palio. L'avrà spuntata 12 anni schiavo, Gravity o American Hustle? E nella categoria Miglior film straniero? Ecco la cronaca completa della serata”

Colonna sonora, canzone, sceneggiature

In Memoriam 2014. Glenn Close introduce la clip che ricorda artisti, tecnici e produttori venuti a mancare nell'ultimo anno. Una clip quest'anno lunga, molto ricca di nomi conosciuti anche al grande pubblico: James Gandolfini, Roger Ebert, Paul Walker, Riz Ortolani, Shirley Temple, Elmore Leonard, Harold Ramis e in chiusura Philip Seymour Hoffman.

Idina Menzel prosegue nella presentazione dei brani candidati come Miglior canzone originale e intona Let it go dal film Frozen.

- click per ingrandire -

Si ritorna quindi alla premiazione con la musica e le categorie Migliore colonna sonora e Migliore canzone. Nella prima cinquina lo scontro è abbastanza aperto, mentre per la canzone tutti puntano su Frozen. Sul palco presentano le nomination Jessica Biel e Jamie Foxx. Si parte dalla Migliore colonna sonora, premio assegnato a Steven Price per l'incredibile lavoro realizzato con Gravity, uno score che è una delle parti fondamentali della pellicola di Cuarón.

Si prosegue con la Migliore canzone. Previsioni rispettate, Frozen mette in bacheca il secondo Oscar su due nomination. Missione compiuta per il cartoon Disney.

- click per ingrandire -

Che coppia sul palco. Penélope Cruz e Robert De Niro premiano le sceneggiature. 12 anni schiavo cerca di rimettere in carreggiata la serata e si porta a casa il premio come Miglior sceneggiatura adattata grazie allo script di John Ridley. Si passa quindi alla sceneggiatura originale, con un ballottagio che dovrebbe riguardare Her e American Hustle. Premio meritato per Spike Jonze e il suo incredibile Her.

Il film di Jonze prende il suo primo Oscar della serata e quasi sicuramente resterà solo quello. American Hustle è intanto fermo ancora a zero. Mancano solo quattro Oscar ma decisivamente pesanti: i due attori protagonisti, regia e film. È il momento della verità, anche se in realtà Gravity ha già fatto una gran bella figura.