Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Oscar 2013 - I vincitori

di Redazione , pubblicato il 25 Febbraio 2013 nel canale CINEMA

“La notte che assegna i premi più ambiti del mondo del cinema è arrivata. 33 film candidati per 21 statuette. Lincoln, Argo e Les Misérables, con qualche premio più scontato di altri. Ecco la cronaca completa”

Bond, corti, documentario, film straniero, musical

Halle Berry è sul palco. Parte l'omaggio a 007, con i prolifici 50 anni di James Bond. In particolare si punta sulla musica. Il microfono è per Shirley Bassey e risuonano le celebri note di Goldfinger. Il tutto finisce troppo presto.

- click per ingrandire -

Si corre e siamo alla categoria Miglior corto live. Kerry Washington e Jamie Foxx premiano Curfew del giovane Shawn Christensen. Ancora cortometraggio, questa volta documentario. L'Oscar viene assegnato a Inocente di Sean Fine e Andrea Nix Fine.

Ancora la presentazione di tre film candidati al premio per eccellenza. Questa volta è il turno di Liam Neeson che introduce Argo, Lincoln e Zero Dark Thrity. Pausa e parola a Seth MacFarlane. Ben Affleck intanto sale sul palco. Il Miglior documentario è Searching for Sugar Man di Malik Bendjelloul e Simon Chinn.

Si torna al cinema, con l'Oscar al Miglior film straniero. Tutti puntano sul sorprendente Amour. Jessica Chastain e Jennifer Garner annunciano la vittoria proprio del film austriaco, candidato a ben cinque Oscar, tutti ancora da assegnare. Attenzione quindi, perché le categorie sono pesanti (tra le altre Miglior film e regia).


- click per ingrandire -

E' il momento dell'annunciato omaggio ai musical, introdotto da John Travolta. Si parte con Chicago. Catherine Zeta-Jones torna ad essere Velma e si esibisce dal vivo in All that jazz. Spettacolo! Quindi si passa a Dreamgirls, con Jennifer Hudson che incanta la platea con la sua splendida voce. Quindi, non poteva mancare, Les Misérables. Inizia Hugh Jackman che canta Suddenly. Successivamente il cast attori al completo raggiunge il centro del palco intonando One Day More. Un grande momento di musica.