Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Formati audio cinematografici - parte II

di Edoardo Ercoli , pubblicato il 07 Febbraio 2005 nel canale CINEMA

“Continuiamo il nostro viaggio sull'evoluzione dei formati audio cinematografici. In questa seconda parte ci occuperemo della rivoluzione digitale e dei tre principali formati concorrenti per quanto riguarda l'audio multicanale: Dolby Digital, DTS Coherent Acoustic e Sony Dinamic Digital Sound. ”

Il Dolby Digital 5.1 e Surround EX 6.1

 

Il 1992 è l’anno in cui c’è stata l’ultima svolta di grandissimo rilievo nel sonoro al cinema con l’introduzione del Dolby Digital, presentato col film Batman Returns (Batman: il ritorno) di Tim Burton. I miglioramenti rispetto al precedente sistema sono enormi:

- la colonna sonora è digitale:

- aumento della gamma dinamica a disposizione;

- diminuzione del rumore;

- si passa da 4 canali analogici a ben 6 canali discreti;

- aumenta l'efficienza per le elaborazioni sul segnale audio rispetto alle codifiche analogiche..

Dei sei canali a disposizione, cinque hanno una risposta in frequenza completa che copre tutto lo spettro udibile (20 HZ - 20 kHz); il sesto canale è dedicato esclusivamente agli effetti del canale subwoofer e quindi è limitato alle frequenze inferiori. Ecco il motivo per cui il dolby Digital viene identificato come sistema 5.1

 

 

I primi 3 canali costituiscono il fronte anteriore (frontale destro, centrale e frontale sinistro); i canali surround - stavolta stereofonici -  permettono di ricostruire una scena sonora posteriore molto più precisa ed offrono, a regista e tecnici del suono, nuovi strumenti per aumentare il coinvolgimento degli spettatori.

 

I dati del Dolby Digital: una fitta puntinatura disposta tra le perforazioni 

Per ovvi motivi di retro-compatibilità, la traccia Dolby Digital è presente sulla pellicola 35mm negli spazi tra le perforazioni di trascinamento. La traccia Dolby Digital viene letta con lo stesso principio delle altre piste audio analogiche, quindi con un gruppo ottico dedicato che richiede a valle un decoder digitale specifico.

Dolby Digital Surround EX 6.1

Il Dolby Digital Surround EX , introdotto col film Star Wars Episode I - The Phantom Menace (Guerre Stellari Episodio I - La Minaccia Fantasma) di George Lucas è l’ultima evoluzione delle tecnologie Dolby.

 

Star Wars - Episode I è il primo film con Dolby Digital Surround EX

Viene aggiunto un canale centrale posteriore ottenuto mediante codifica matriciale, inserita tra i due canali posteriori surround. In questo modo, la traccia sarà pienamente compatibile con decoder Dolby Digital 5.1.

 

 

Se invece fosse presente un decoder Dolby Digital Surround EX, i segnali monofonici estratti con decodifica matriciale dai due canali surround verranno riprodotti dal canale centrale posteriore, in modo da offrire un ulteriore riferimento per la corretta ricostruzione della scena sonora, per gli stessi principi che sono alla base dell'introduzione di un canale centrale anteriore.

* Dolby, il simbolo della doppia D, Dolby SR, Dolby Surround, Dolby Digital e Dolby Digital Surround EX sono marchi registrati da Dolby Laboratories.