Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

King Kong

di Alessio Tambone , pubblicato il 16 Gennaio 2006 nel canale CINEMA

“Peter Jackson riporta sullo schermo King Kong, un pezzo di storia di cinema che si perde però in un film troppo lungo, nonostante alcune note veramente positive. Ecco il giudizio di AV Magazine dell'ultima fatica del regista neozelandese”

La scheda del film

Titolo: King Kong
Data di uscita: 16/12/2005
Durata: 180'
Paese: Nuova Zelanda, USA
Audio: DTS-ES, Dolby Digital EX 6.1, SDDS
Genere: Fantasy, avventura
Produzione: Wingnut Films, Universal Pictures, Big Primate Pictures
Distribuzione: UIP
Regia: Peter Jackson
Soggetto: Merian C. Cooper, Edgar Wallace
Sceneggiatura: Peter Jackson, Frances Walsh, Philippa Boyens
Attori principali: Naomi Watts, Jack Black, Adrien Brody, Andy Serkis, Jamie Bell, Kyle Chandler,
Fotografia: Andrew Lesnie
Musiche: James Newton Howard
Montaggio: Jamie Selkirk
Scenografia: Grant Major
Costumi: Terry Ryan
Effetti speciali: Weta Digital LTD., Weta Workshop LTD., Eytech Opticals
Sito internet ufficiale: www.kingkongmovie.com
Sito internet italiano
: www.uip.it/kingkong

 

Articoli correlati

La sposa cadavere

La sposa cadavere

Tim Burton torna nelle sale italiane con la nuova favola La sposa cadavere e lo fa a modo suo, richiamando le proprie origini di animatore stop motion. Ecco il giudizio di AVMagazine
La tigre e la neve

La tigre e la neve

Roberto Benigni ritorna sul grande schermo con il nuovo film La tigre e la neve, una favola che inneggia alla vita e all'amore prodotta dalla Melampo Cinematografica e distribuita da 01 Distribution. Nelle sale italiane dal 15 Ottobre. Ecco il giudizio di AVMagazine.
Madagascar

Madagascar

Madagascar, il nuovo film di animazione della DreamWorks Animation, prosegue sulla scia positiva di Shrek e Shark Tale, introducendo delle importanti innovazioni nel complesso, ma sempre più lanciato, mondo dell'animazione 3D. Ecco il nostro giudizio.
La guerra dei mondi

La guerra dei mondi

In uscita mondiale contemporanea il 29 giugno, Steven Spielberg e Tom Cruise ci presentano una Terra che si ritrova improvvisamente in guerra. Questa volta però la minaccia arriva dallo spazio. Ecco la recensione di AV Magazine de 'La guerra dei mondi'



Commenti (24)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: maurocip pubblicato il 16 Gennaio 2006, 10:42
La solita, imperdibile recensione...
Alessio, sei una garanzia
Commento # 2 di: Highlander pubblicato il 16 Gennaio 2006, 11:14
Originariamente inviato da: maurocip
La solita, imperdibile recensione...
Alessio, sei una garanzia

Bella Complimenti ! mi associo !
Commento # 3 di: sasadf pubblicato il 16 Gennaio 2006, 12:54
Bella tutta l'attenzione dedicata al Makin'of....ad averla letta prima me lo sarei certamente gustato di più.


+ che condivisibili le critiche alla sceneggiatura, forzatamente lenta e disunita riguardo le psicologie dei vari personaggi: molto ma motlo curata quella della protagonista, secondo me degna almeno della nominationù: inverosimile, a tratti irritante, quella di JAck Black.
Scommessa quest'ultima decisamente persa dal regista e dall'attore: a tratti sembra un bambacione, ad altri un furbastro, poi si rivela un agghiacciante e cinico calcolatore, e la battuta finale è raggelante per il suo nonsense....Penso la cosa che ti fa veramente alzare inc@cchi@to nero dalla poltrona del cinema...

Per tutto il film ho notato una certa incoerenza degli intenti (faccio un esempio per far capire: True Lies: è volutamente iper azione e iper violenza, ma per parodiare l'intero genere...)
A volte, infatti, sembra che il regista ti prenda in giro, per l'inverosimilità con il reale: altre volte è invece iper realista(vedi le scene tra Kong e Arrow) quasi volesse dare senso di realtà e vicinanza al reale dell'intera storia, salvo altre volte fregarsene altamente della realtà per diventare uno splatter violento (del tutto gratuitamente: il cuoco mangiato davanti ai nostri occhi dalla pianta carnivora che senso ha col corpo del film non lo so...).
Alla fine te ne esci chiedendoti se hai visto un film realistico, un fantastico, uno splatter, un fantahorror, o che?!?!?! Sembra alla fine solo una grossa e grassa citazione Estetica...

Aggiungo un buco della tua rece Alessio, riguardo gli aborigeni: tanto son stati belli ed accattivanti all'inzio (però forse un pò troppo scopiazzati dagli orchi di Tolkeniana esperienza), quanto assolutamente dimenticati(letteralmente spariti) nel bel mezzo del film al primo colpo di fucile....
Come si può commettere una topica simile?(riferito a Jackson, non alla tua rece). LA loro storia era attraente ed il terrore che loro hanno per KONg è quasi romantica. COsa dici tu?

la colonna sonora mi è parsa alquanto scialba....Eppure J.N.Howard a me piace....

Dopo aver visto la prova in KK(anche dal punto di vista atletico/acrobatico) quelli della MGM han deciso di affidare il compito di nuova BOnd Girl alla STUPENDA 37enne(mi son praticamente innamorato di lei) NAOMI WATTS..NOn vedo l'ora, ed andrò al cinema solo per vedere lei...

walk on
sasadf
Commento # 4 di: neurom pubblicato il 16 Gennaio 2006, 15:35
A me il film è piaciuto molto!

Le atmosfere sono ricreate alla perfezione e king kong è fantastico. Solo ho un appunto sulla scena in cui si ritrovano in fondo al crepaccio in mezzo a delle creature orrende. Non vedo proprio cosa possano centrare quelle robe che si ciucciano gli uomini....

Per il resto aspetto il dvd per potermi gustare un'altra volta il tutto premendo di tanto in tanto pause per apprezzare il lavoro descritto nella recensione!

Ciao!
Commento # 5 di: obiwankenobi pubblicato il 16 Gennaio 2006, 16:05
Originariamente inviato da: neurom
...Solo ho un appunto sulla scena in cui si ritrovano in fondo al crepaccio in mezzo a delle creature orrende. Non vedo proprio cosa possano centrare quelle robe che si ciucciano gli uomini....
Quoto al 100%. Caduta di stile e di sceneggiatura. Inutile al 1000%. Il resto Ok.
Commento # 6 di: Alessio Tambone pubblicato il 17 Gennaio 2006, 00:07
Originariamente inviato da: sasadf
Come si può commettere una topica simile?(riferito a Jackson, non alla tua rece). LA loro storia era attraente ed il terrore che loro hanno per KONg è quasi romantica. COsa dici tu?

Dico che hai perfettamente ragione. Il problema del film è che di quei difetti ce ne sono tanti. Ad esempio durante l'attacco degli insetti giganti nel fondo del burrone c'è il ragazzo che in modo molto fortunato riesce a colpire tutti gli animaletti che stanno assaltando il compagno.
[LIST=1]
[*]Però, che mira!
[*]Nonostante i tanti colpi sparati nessun insetto scappa. Poi dall'alto arriva la cavalleria rusticana che con un colpo mette tutti in fuga...
[/LIST]

E poi come sottolineato dagli altri, la protagonista sballottata quasi fosse Tirammolla, con la sua pelle praticamente sempre perfetta (ok, è un bel vedere per gli occhi...però...).

Etc, etc, etc...

Mmhh...forse se elencassi tutti questi difetti in post differenti...arriverei ad avere il tuo stesso numero di post!

Saluti
ps. grazie anche agli altri per i complimenti
Commento # 7 di: sasadf pubblicato il 17 Gennaio 2006, 00:18
Originariamente inviato da: Alessio Tambone
Dico che hai perfettamente ragione. Il problema del film è che di quei difetti ce ne sono tanti. Ad esempio durante l'attacco degli insetti giganti nel fondo del burrone c'è il ragazzo che in modo molto fortunato riesce a colpire tutti gli animaletti che stanno assaltando il compagno.
[LIST=1]
[*]Però, che mira!
[*]Nonostante i tanti colpi sparati nessun insetto scappa. Poi dall'alto arriva la cavalleria rusticana che con un colpo mette tutti in fuga...
[/LIST]

E poi come sottolineato dagli altri, la protagonista sballottata quasi fosse Tirammolla, con la sua pelle praticamente sempre perfetta (ok, è un bel vedere per gli occhi...però...).

Etc, etc, etc...

Mmhh...forse se elencassi tutti questi difetti in post differenti...arriverei ad avere il tuo stesso numero di post!

Saluti
ps. grazie anche agli altri per i complimenti


quella dei proiettili l'avevo evidenziata anche io in altro post...

in effetti le marchianate son troppe e diventano messe tutte assieme intollerabili...
pare strano ma il film alla fine, nonostante la suo logorroica e lenta progressione, appare fatto frettolosamente per queste topiche...
walk on
sasadf
Commento # 8 di: Alessio Tambone pubblicato il 17 Gennaio 2006, 08:35
Originariamente inviato da: sasadf
in effetti le marchianate son troppe e diventano messe tutte assieme intollerabili...

Ma..esattamente...questo Marchian, chi era?
AG&G
Commento # 9 di: Echoes_ pubblicato il 17 Gennaio 2006, 10:11
Io invece credo che King Kong sia un gran film proprio per come riesca ad essere appassionante nonostante l'estrema ecletticità.
Perchè viaggiare pedissequamente da un genere all'altro (drammatico->avventura->demenziale->splatter->melò->catastrofico->epico) spesso in modo repentino e inatteso è sicuramente un procedimento al di fuori degli standard e richiede una certa flessibilità da parte dello spettatore.
Con questo non voglio dire che sia un film per pochi, figuriamoci, solo che ho trovato affascinante il modo in cui tutta l'opera rimanga compatta nonostante la sua imprevedibilità nel rielaborare i canoni cinematografici.
Poi che ad alcuni possa non andare giù è un altro conto, ma ho trovato tutta l'elaborazione della scenggiatura e la rilettura del King Kong originale molto ben studiata e guidata con mano magistrale.



Commento # 10 di: sasadf pubblicato il 17 Gennaio 2006, 12:19
Originariamente inviato da: Alessio Tambone
Ma..esattamente...questo Marchian, chi era?
AG&G




a me risulta essere un compaesano di Kafkian!!



walk on
sasadf
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »