Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

La sposa cadavere

di Alessio Tambone , pubblicato il 18 Novembre 2005 nel canale CINEMA

“Tim Burton torna nelle sale italiane con la nuova favola La sposa cadavere e lo fa a modo suo, richiamando le proprie origini di animatore stop motion. Ecco il giudizio di AVMagazine”

La scheda del film

Titolo: La sposa cadavere
Titolo originale: Corpse bride
Data di uscita: 28/10/2005
Durata: 75'
Paese: Gran Bretagna
Audio: DTS-ES, Dolby Digital EX 6.1, SDDS
Genere: Animazione, fantasy
Produzione: Warner Bros., Tim Burton Animation Co., Will Vinton Studios
Distribuzione: Warner Bros. Italia
Regia: Tim Burton, Mike Johnson
Soggetto: Caroline Thompson
Sceneggiatura: Pamela Pettler, Caroline Thompson, John August
Fotografia: Pete Kozachik
Musiche: Danny Elfman
Montaggio: Jonathan Lucas
Scenografia: Alex McDowell
Effetti speciali: The Moving Picture Company
Sito internet ufficiale: www.corpsebridemovie.warnerbros.com
Sito internet italiano
: www.lasposacadavere.it

 

Articoli correlati

Madagascar

Madagascar

Madagascar, il nuovo film di animazione della DreamWorks Animation, prosegue sulla scia positiva di Shrek e Shark Tale, introducendo delle importanti innovazioni nel complesso, ma sempre più lanciato, mondo dell'animazione 3D. Ecco il nostro giudizio.



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: maurocip pubblicato il 18 Novembre 2005, 12:17
Bellissimo...
Il lavoro fatto dal recensore intendo!!!!!
mi ha fatto venire una gran voglia di vederlo...
Peccato dovrò aspettare l'uscita del DVD (nel quale spero il sonoro sia all'altezza)...
insomma bellissimo articolo per un film che si preannuncia un nuovo riferimento.
Commento # 2 di: Alessio Tambone pubblicato il 18 Novembre 2005, 20:28
[I][U]errata corrige[/U][/I]: le prove delle nozze tra Victor e Victoria si svolgono a casa della sposa...

Commento # 3 di: Alessandro Bordin pubblicato il 28 Novembre 2005, 15:02
Ottimo articolo, complimenti