Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare

di Alessio Tambone , pubblicato il 19 Maggio 2011 nel canale CINEMA

“Torna l'allegra ciurma guidata dal Capitano Jack Sparrow, in un film che perde pezzi importanti davanti e dietro la macchina da presa, pedine giocate per una probabile nuova trilogia. Distribuzione Walt Disney Motion Pictures”

Considerazioni finali

Rob Marshall si porta dietro anche qualche collaboratore. E' il caso del premio Oscar John Myhre, impegnato a costruire set all'altezza delle visioni del regista. Lavoro tutto sommato buono, effettuato in larga parte alla Hawaii sulle isole di Kahai e Oahu sia per riprese su terra che in mare. La produzione si è invece spostata a Los Angeles lungo la costa di Long Beach per girare a bordo della HMS Surprise, una strepitosa copia dell'omonima nave britannica del 1757. Il grande set della Whitecap Bay, luogo scelto dalle sirene come residenza, è stato invece ricostruito sempre a Los Angeles nell'area Falls Lake degli studi Universal, in una location lunga oltre 100 metri e profonda 7, realizzata in modo tale da poter essere inondata rapidamente con un semplice comando del regista. In questo set la produzione ha utilizzato anche una serie di nuotatrici sincronizzate - tra cui anche alcune olimpioniche di Pechino 2008 - per realizzare i movimenti necessari per il richiesto motion capture delle sirene (effetti IL&M).

Dopo qualche ciak ai Caraibi per le riprese a Castillo San Cristobal nella vecchia San Juan per gli esterni del vecchio castello spagnolo, la produzione si è trasferita in Inghilterra per la prima parte del racconto ambientata a Londra. Oltre agli irrinunciabili Pinewood Studios, utilizzati per il set della Fontata della Giovinezza (necessari ben tre mesi di costruzione), la troupe ha girato per diverse settimane all'Old Royal Naval College di Greenwich, uno straordinario complesso di costruzioni storiche del XVII secolo che sono diventate sfondo per il simpatico inseguimento in carrozza inserito nelle prime battute del film.

Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare è stato il primo film della serie ad essere girato in 3D. La stereoscopia è assolutamente calibrata, mai eccessiva o fastidiosa, e gioca spesso con il sartiame della nave, con la vegetazione e con qualche spada o baionetta (rigorosamente fuori fuoco, purtroppo) puntata direttamente contro lo spettatore in pop-up. Spesso la tridimensionalità della scena soffre le ambientazioni buie con neri affogati, ma alla fine comunque regala uno spettacolo decente. Durante la proiezione abbiamo apprezzato inoltre i canali posteriori e la spiccata tridimensionalità dell'ambiente sonoro, sperando invano in un canale LFE leggermente più imponente specie nelle scene che vedono protagonista Barbanera e la sua nave.

In conclusione diamo purtroppo un voto molto basso a Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare, che perde nettamente il confronto con i precedenti episodi. Il desiderio dei produttori era quello di cominciare una nuova trilogia, affidandosi ad un nuovo regista e lasciando giustamente chiusa la storia portata avanti da Orlando Bloom e Keira Knightley. Idea giusta, tutto molto bello, grandi applausi a cast e nuovo regista, ma quello che manca al film è una storia degna di tale nome. E un film senza una buona storia è (quasi) niente.

Lo script del quinto episodio a quanto pare è già pronto. Lo sceneggiatore Terry Rossio lo ha già consegnato alla Disney. Un lavoro tutto personale, realizzato senza l'ausilio dello storico collega Ted Elliott. Nubi all'orizzonte? Incomprensioni? Vedremo. Per il momento Johnny Depp ha chiesto un attimo di pausa, confermando comunque il suo interesse per un nuovo capitolo. Noi resteremo di vedetta in coffa, nella speranza di avvistare nuovamente la Perla Nera nel massimo splendore. Lunga vita ai Pirati dei Caraibi!

Voto finale 5

 

Articoli correlati

Tutti al cinema: Maggio 2011

Tutti al cinema: Maggio 2011

Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di Maggio. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: PinoC pubblicato il 20 Maggio 2011, 12:26
Peccato

Non l'ho ancora visto, ma mi aspettavo molto proprio per il rinnovato cast e regista.
Non avrei mai pensato che proprio la forza dei primi film, le sceneggiature, venisse a mancare.
Poi vabbé, J.Deep pirata è imperdibile.
Commento # 2 di: sanfeb pubblicato il 20 Maggio 2011, 12:38
Concordo pienamente con la recensione...
e aggiungo non perdetevi la scena dopo i titoli di coda...
Commento # 3 di: vincent89 pubblicato il 20 Maggio 2011, 23:11
Riporto quanto ho scritto nella sezione Cinema:

Finito di visionare in digitale 2D.
Anche se non ho visto la versione 3D credo che quest'ultima sia abbastanza inutile (non c'è nessuna scena in particolare che sia da 3D).

Film: carino nel suo insieme, ma inferiore rispetto ai precedenti. Verbinski ha fatto molto di meglio con la trilogia originale. Come ho detto il film non è male ma stenta a decollare. Non c'è nessuna battaglia in mare ma molti duelli con le spade (che alla lunga stancano un pò. Insomma IMHO perde quel fascino (legato anche alla navigazione) che aveva la trilogia originale. Comunque una visione la merita.

Colonna sonora: oltre al classico tema il 2° e il 3° avevano una colonna sonora originale. Quì invece è semplicemente il tema principale con qualche modifica. Peccato. Io ad esempio avevo trovato MERAVIGLIOSA (link) quella del terzo capitolo.

Video: sarà un mio limite ma la RedOne non la trovo adatta in ambito cinematografico. Immagine pulita, ma senza anima. Nettamente superiore le Sony Cinealta nel contesto digitale. Anche in questo caso i precedenti capitoli girati in pellicola avevano una marcia in più.
Commento # 4 di: ale123 pubblicato il 21 Maggio 2011, 11:57
ATTENZIONE: il link postato da Vincent contiene LA FINE DEL FILM.

Spoileratelo almeno!
Commento # 5 di: ais001 pubblicato il 24 Maggio 2011, 10:00
... sarà anche al fine del film, ma è di un film che ha ormai 3 anni e che hanno trasmesso in tutte le emittenti fino alla nausea e credo sia difficile che qualcuno non l'abbia ancora visto

... oltre al fatto che proprio su youtube e sui canali P2P lo si trova senza problemi sia intero che a spezzoni e nessuno li ha tuttora rimossi
Commento # 6 di: rpr.win pubblicato il 25 Maggio 2011, 18:27
Negli USA la versione 3D dei Pirati, come un pò tutti gli ultimi 3D, sta facendo flop, la gente si sta stancando del 3D, per fortuna: http://www.dday.it/redazione/3557/3...#commento_21617