Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Viva Zapatero!

di Alessio Tambone , pubblicato il 03 Ottobre 2005 nel canale CINEMA

“Grazie alla Lucky Red arriva nelle sale italiane il documentario di Sabina Guzzanti sulla libertà di informazione in Italia. Interviste, satira europea e stralci di giornali, il tutto per raccontare l'imbavagliamento dell'informazione e del programma RaiOT”

La tecnica

La cosrtuzione del documentario è ottima ed alterna molto rapidamente interviste, stralci di giornali, passaggi di altri documentari e spezzoni di spettacoli televisivi e teatrali della Guzzanti. Il tutto scandito dalla voce fuori campo indignata della comica che sottolinea, nel caso fosse sfuggito a qualcuno, la situazione disperata del nostro paese, classificato al 53° posto (dopo Ghana, Madagascar e Bolivia, giusto per dirne qualcuno) per quanto concerne la libertà di informazione.

Assente naturalmente una forma di montaggio campo/controcampo, dato che la maggior parte delle riprese è stata effettuata in condizioni...dinamiche, con gli intervistati che scappavano davanti alle domande e all'unica macchina da presa, utilizzata da Paolo Santolini.

CI è molto piaciuto anche il commento musicale, realizzato da Riccardo Giagni (Buongiorno, notte) e Maurizio Rizzuto, che partecipa attivamente all'inchiesta condotta dalla regista. Degni di nota anche gli effetti speciali digitali, realizzati per evidenziare alcune frasi nelle pagine dei giornali riportate sullo schermo durante le fasi iniziali del documentario.

L'utilizzo della telecamera digitale mostra i suoi limiti, con un'immagine che spesso tende ad andare fuori fuoco e con contorni abbastanza fantasiosi. L'audio è senza alcuna pretesa. Peccato per la formattazione dei sottotitoli contenenti le traduzioni, a volte illeggibili su sfondo bianco. Errore non commesso con i sottotitoli contenenti nome e qualifica dell'intervistato, visualizzati con un'immagine di sfondo a fare da contrasto. Verso metà del film appare lo sfondo di un sottotitolo ma non appare il testo...


Il messaggio di Silvio Berlusconi (Sabina Guzzanti) a reti unificate

Chiuderei questa recensione con le parole della Guzzanti che afferma, truccata da Berlusconi in un fantomatico messaggio a reti unificate: "Confrontandomi con personaggi della sfera mondiale, mi riferiscono che in Italia l’informazione è nelle mani di una sola persona. Voglio rassicurarvi: la stiamo cercando e la prenderemo!" Che dire, da ex-scout non posso che rispondere..."Buona caccia!"