Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Toy Story 3 - La grande fuga

di Alessio Tambone , pubblicato il 18 Luglio 2010 nel canale CINEMA

“Tornano in sala Woody, Buzz e tutti gli allegri amici del mondo di Toy Story nel terzo e ultimo capitolo della serie. Il film Pixar, distribuito come di consueto da Walt Disney Studios, sbarca in Italia anche in 3D dopo aver ottenuto incassi record in tutto il mondo. Ecco il giudizio di AV Magazine”

Animazione: sfida vinta

Ancora una vittoria nell'animazione. Grandi innovazioni nella gestione delle luci e dei materiali nel motore di rendering, associate ai passi da giganti fatti nel settore dai tempi dei primi due Toy Story. La produzione ha deciso però di inserire tutte le innovazioni in maniera impercettibile, permettendo agli spettatori di riconoscere comunque nei movimenti e nelle fisionomie i vecchi giocattoli amati nel 1995.

Ecco quindi che i vecchi animatori, affiancati alle leve di nuovo inserimenti, suggerivano consigli come "non alzare troppo la fronte di Buzz perché si esce fuori modello" oppure "le palpebre di Woody non devono essere abbassate troppo" per attenersi al linguaggio e allo stile dei vecchi personaggi anche se creati con tecnologie più moderne.

Capitolo a parte merita Lotso, il più importante personaggio di peluche realizzato fino ad oggi dalla Pixar, creato con un materiale strepitoso che diventa ancora più sorprendente quando è bagnato nelle scene di flashback del personaggio. Era dai tempi del pelo di Sully (Monster & Co.) che non ci capitava di sorprenderci in questo modo per un materiale utilizzato in un film di animazione.