Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Toy Story 3 - La grande fuga

di Alessio Tambone , pubblicato il 18 Luglio 2010 nel canale CINEMA

“Tornano in sala Woody, Buzz e tutti gli allegri amici del mondo di Toy Story nel terzo e ultimo capitolo della serie. Il film Pixar, distribuito come di consueto da Walt Disney Studios, sbarca in Italia anche in 3D dopo aver ottenuto incassi record in tutto il mondo. Ecco il giudizio di AV Magazine”

Il capolavoro regia/fotografia

A dirigere il film non c'è John Lasseter - regista dei primi due episodi, comunque presente nel team di produzione - ma Lee Unkrich, quarantenne dell'Ohio che nella sua filmografia vanta il montaggio dei primi due Toy Story ma soprattutto la co-regia di Toy Story 2, Monser & Co. e Alla ricerca di Nemo. Insomma: uno che ha messo mani nei più grandi successi Pixar.

All'esordio come unico regista realizza un lavoro perfetto, piazzando le macchine da presa virtuali in posizioni sempre originali ma mai fastidiosamente stravaganti. Nel suo lavoro è aiutato anche dalla fotografia curata da Jeremy Lasky, altro genio Pixar che in passato ha curato lo stesso settore tecnico per Cars e per Alla ricerca di Nemo. Regista e direttore della fotografia utilizzano gli ambienti e le ombre per creare set a dimensione umana con prospettive adatte alle proporzioni dei giocattoli. I colori sono diversi e molto curati in tutti gli ambienti: dall'iniziale sequenza western alla rassicurante camera di Andy, passando per le complicate sequenze diurne e notturne in discarica e all'asilo.