Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Alice in Wonderland

di Alessio Tambone , pubblicato il 17 Marzo 2010 nel canale CINEMA

“Nelle sale cinematografiche di tutto il mondo il regista Tim Burton e i suoi attori preferiti Johnny Depp e Helena Bonham Carter portano in scena l'ultima versione di Alice nel paese delle meraviglie. Ecco il giudizio di AV Magazine, con commento alla qualità 3D visionata in sala”

Conclusione

Eccoci alle considerazioni finali su Alice in Wonderland, che purtroppo è risultato una mezza delusione (e anche qualcosa in più). Avevamo atteso con interesse l'incontro tra Alice e Tim Burton, due personaggi sicuramente non distanti e abituati a mondi strani abitati da gente fuori da ogni limite razionale. Alice in Wonderland è risultato però un film povero di interessanti sfumature di sceneggiatura, affogato completamente negli effetti speciali in Computer Grafica. Non è bastata l'esperienza di Ken Ralston o la bravura di attori come Johnny Depp, Helena Bonham Carter e di una sorprendente Mia Wasikowska. Un film è un buon film quando tutte le componenti sono realizzate ai massimi livelli e purtroppo - con grande dispiacere - questa volta non è successo.


- click per ingrandire -

Delude anche il 3D, annullato completamente dalle scelte registiche, che aggiunge qualcosa al film solamente nelle poche scene con lo Stregatto, scene già viste nel trailer promozionale in sala nelle settimane precedenti l'uscita al cinema. Un trailer che tra l'altro aveva fatto ben sperare, lasciando tutti a bocca aperta, ma che alla fine si è rivelato come il classico specchietto per le allodole. Ma forse un trailer promozionale devo proprio fare questo...