Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Oscar 2010: i vincitori

di Alessio Tambone , pubblicato il 08 Marzo 2010 nel canale CINEMA

“Si è appena conclusa l'82esima edizione degli Oscar. AV Magazine ha seguito l'importante serata e propone come di consueto il racconto in tempo reale delle premiazioni. Non sveliamo niente e vi auguriamo buona lettura...”

Regia, film e conclusioni

Ci siamo. Ultimi due premi, i più pesanti. Sarà ancora battaglia tra Avatar e The Hurt Locker o riuscirà a spuntarla un terzo incomodo come Tarantino? Sul palco arriva Barbra Streisand che presenta le 5 candidature alla Miglior regia, sottolineando come questa sera potrebbe vincere per la prima volta la statuetta come Miglior regia una donna o un regista afro-americano. Cari lettori: questa è storia! La statuetta della regia per l'edizione numero 82 degli Oscar è rosa! Grande ovazione di tutta la sala per Kathryn Bigelow e il suo The Hurt Locker.

La Bigelow si allontana dal palco mentre Tom Hanks prende la scena: è il momento di annunciare il Miglior film di questa edizione. E' Avatar il grande battuto, la vittoria è ancora una volta per The Hurt Locker, che diventa il primo film diretto da una donna e uno dei film con più basso budget a vincere l'ambita statuetta.

La premiazione è terminata. Vincitore della serata è naturalmente The Hurt Locker, che con 6 Oscar su 9 nomination è al primo posto sia nel podio quantità che in quello qualità, con importanti riconoscimenti come sceneggiatura, regia e film. Avatar si deve accontentare soltanto di 3 premi su 9 nomination, un magro bottino rispetto al biglietto da visita firmato con i numeri del box office.

Escono male sia i Bastardi senza gloria di Tarantino (1 Oscar su 8 nomination) che Tra le nuvole (0 Oscar su 6 nomination), mentre nelle categorie dedicate agli attori tutto è andato secondo copione. Sorpresa nella categoria Miglior film straniero con la vittoria della pellicola argentina, mentre casa Pixar si dimostra osso duro sia nella sua categoria principale che in quelle minori, con il meritato premio per la colonna sonora.

Nelle prossime pagine elenchiamo tutte le nomination e tutti i premi, raggruppandoli per comodità di lettura in categorie e film. La lunga serata è finita. Alla prossima e buon cinema a tutti!