Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Avatar

di Alessio Tambone , pubblicato il 19 Gennaio 2010 nel canale CINEMA

“Ecco la particolare e approfondita recensione tecnico-artistica di Avatar, film evento pensato, scritto e diretto da James Cameron attualmente in programmazione praticamente in tutto il mondo. Il film è distribuito in Italia da 20th Century Fox. Buona lettura”

Il giudizio tecnico di Emidio Frattaroli: Dolby 3D + DLP 2K

Potevo forse fermarmi alla verifica di due soli sistemi di riproduzione 3D? In attesa di verificare le prestazioni con il sistema XpanD assieme ad Edoardo durante il prossimo week-end, ho approfittato di un breve soggiorno a Roma per acquistare un biglietto nella sala "4" al multisala Adriano, l'unica di tutta la struttura dotata di proiettore DLP a risoluzione 2K e sistema di riproduzione stereoscopico Dolby 3D. Ho osservato il film in sesta fila, in posizione centralissima, ad una distanza pari a circa 1,4 volte la base dello schermo. Quest'ultimo ha dimensioni piuttosto generose (forse 15 metri di base), un po' troppo considerata l'efficienza del sistema di riproduzione 3D. Infatti, appena iniziata la proiezione e indossati gli occhialini Dolby 3D (piuttosto distanti dagli occhi se si hanno già degli occhiali da vista)  la luminosità è chiaramente insufficiente. Così insufficiente che alcuni particolari sulle basse luci erano quasi impossibili da rilevare. Inoltre le luci rosse di emergenza degli scalini mi hanno dato veramente molto fastidio.

A parte i GRAVI problemi di luminosità, contrasto e colori sono davvero ottimi anche se i colori del Sony mi hanno convinto di più. Giudizio solo sufficiente per il dettaglio, minato da una messa a fuoco non uniforme, con evidenti limiti per la metà inferiore dell'immagine che suggerisce un posizionamento del proiettore fuori asse e inclinato verso il basso. Davvero ottima invece la separazione delle immagini stereoscopiche: l'effetto 3D è ben evidente e senza alcun effetto ghosting apprezzabile. Giudizio positivo anche per la riproduzione audio, con volume elevato ma senza distorsioni, dialoghi ben presenti e chiari e dinamica più che abbondante. Chiudo invece denunciando pubblicamente due cose che mi hanno fatto letteralmente INCAZZARE: prima di tutto il film è stato spezzato in due da un "intervallo" assolutamente arbitrario all'interno di un dialogo. E già qui... Inoltre l'intervallo è durato meno di 5 minuti, motivo per cui è continuata la vendita di prodotti alimentari anche a film abbondantemente riavviato. Roba da matti! Censurabile anche il comportamento nei titoli di coda: luci accese dopo appena pochi secondi. All'uscita ho tentato di chiedere spiegazioni al direttore di sala ma la ressa alle casse e il livello di adrenalina che avevo nel sangue mi hanno consigliato di riprovarci tra qualche giorno.

Per maggiori informazioni: http://adrianocecchigori.primissima.it

Nei prossimi giorni aggiungeremo due ulteriori pagine: una dedicata al sistema che abbiamo qui a Teramo (XpanD, occhiali LCD attivi) e un'altra anche alla sala Energia di Melzo.