Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo

di Alessio Tambone , pubblicato il 27 Maggio 2008 nel canale CINEMA

“Dal 23 maggio il celebre archeologo si riaffaccia sul grande schermo in un ritorno chiesto a gran voce dai fan di tutto il mondo. Indy is back, è con lui il grande gruppo artistico e tecnico che ha fatto il successo del personaggio negli anni passati, a partire dal trio Ford, Lucas e Spielberg.”

Alla ricerca dell'arca dell'alleanza

Eccellente primo episodio, I predatori dell'arca perduta si apre con un folgorante incipit, che riassume in pochi minuti lo stile della trilogia che verrà. Al centro di tutta la pellicola c'è la ricerca dell'arca dell'alleanza, mitico contenitore delle tavole dei 10 comandamenti del popolo ebraico. Sulle tracce del reperto anche dei cattivissimi nazisti aiutati da un scaltro archeologo antagonista di Indiana Jones. I protagonisti si spostano dall'America nel Nepal, fino a finire in Egitto, sulle tracce dell'antico abitato di Tanis, tra i cui resti potrebbe trovarsi l'Arca.

Il film, intrigante e sostenuto da un ritmo incalzante dettato dal montaggio e da gag fulminanti, presenta alcuni protagonisti che ritroveremo anche nei film successivi come l'egiziano Sallah e il direttore del museo Marcus Brody; segna inoltre l'inizio della carriera cinematografica di Alfred Molina, impegnato come guida nelle prime fasi del film. La protagonista femminile è interpretata da Karen Allen, che è tornata in questo nuovo quarto episodio nei panni di Marion Ravenwood.

L'intera vicenda attira per il suo misticismo, coadiuvata da tecnici di prima scelta. Ma è il personaggio Indiana Jones che cattura l'attenzione e sorregge l'intero film. Il suo ritrovarsi sempre nei guai - a prescindere - ma con la battuta pronta è diventato il suo marchio di fabbrica e chiave per la conquista del pubblico: azione, commedia, horror e magia si alternano in un prodotto studiato per divertire la platea. Un classico film di azione vecchia maniera con la netta divisione dei buoni da una parte e i cattivi dall'altra.