Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Tutti al cinema: ottobre

di Alessio Tambone , pubblicato il 04 Ottobre 2018 nel canale CINEMA

“Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di ottobre. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!”

Prima settimana del mese

Venom

Venom è uno spin-off di Spider-Man, versione decisamente più dark rispetto ai precedenti del franchise , in linea con l'atmosfera delle tavole originali. Il personaggio ha avuto sempre lo scopo di rappresentare il lato oscuro di Peter Parker, l'alter-ego. Tuttavia è probabile che per il bene a lungo termine del franchise, Venom alla fine sarà un pò riscattato dei suoi modi villani, inserendosi in un’alleanza instabile con Spider-Man.

Papa Francesco - Un Uomo di Parola

La pellicola vuole essere un viaggio personale in compagnia di Papa Francesco, più che un documemtario biografico relativo alla sua figura. Gli ideali del Papa ed il suo messaggio sono centrali in questo documentario, che si prefigge di presentare la sua opera di riforma e le sue risposte riguardanti alcune questioni di livello globale.

Il film si basa visivamente e narrativamente sull’interazione del pubblico face-to-face con il Papa, instaurando un dialogo tra lui e, letteralmente, con il mondo. Disponibile nel rispondere alle domande di persone provenienti da qualunque background, Papa Francesco risponde a contadini, lavoratori, rifugiati, bambini ed anziani, detenuti, a coloro che vivono nelle favelas e campi di rifugiati. Tutte queste voci e facce sono uno spaccato di umanità che partecipa ad una conversazione con Papa Francesco.

Il bene mio

Elia è l'ultimo abitante di Provvidenza, un paese distrutto da un terremoto, che rifiuta di adeguarsi al resto della comunità che, trasferendosi a “Nuova Provvidenza”, ha preferito dimenticare. Per Elia, invece, il suo paese vive ancora e, grazie all’aiuto del suo vecchio amico Gesualdo, cerca di tenerne vivo il ricordo.

Quando il Sindaco gli intima di abbandonare Provvidenza, Elia sembrerebbe quasi convincersi a lasciare tutto, se non cominciasse, d’un tratto, ad avvertire una strana presenza.