Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Tutti al cinema: maggio

di Alessio Tambone , pubblicato il 04 Maggio 2016 nel canale CINEMA

“Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di maggio. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!”

Seconda settimana del mese

Where To Invade Next

Dopo aver conquistato il botteghino americano, Where to Invade Next, che è stato presentato al Toronto International Film Festival e al Festival Internazionale del Cinema di Berlino, sarà nelle sale italiane dal 9 all’11 maggio distribuito da Nexo Digital e Good Films. Si tratta di una commedia effervescente, divertente e sovversiva, in cui Michael Moore, interpretando il ruolo dell’invasore, fa visita ad una serie di nazioni per prenderne spunto e migliorare le prospettive degli USA.

Il creatore di Fahrenheit 9/11 e Bowling for Columbine ritorna con questa esilarante e rivelatrice chiamata alle armi; e finisce per scoprire che le soluzioni ai problemi più radicati in America esistono già in altri paesi del mondo e, con molta probabilità, aspettano solo di essere adottate.

Money Monster - L'altra faccia del denaro

Lee Gates è un venditore televisivo da strapazzo, il cui programma, Money Monster, e la sua stessa vita vengono presi in ostaggio da un terribile uomo armato. Il sequestratore lo accusa di averlo portato alla bancarotta con i suoi consigli d'investimento e mentre il mondo segue in diretta la vicenda, Gates deve fare di tutto per restare in vita. Mentre la sua producer cercherà in tutti i modi di salvarlo, verrà alla luce una scomoda verità.

Wilde Salomé

Un travolgente viaggio nel controverso adattamento della brillante storia di lussuria, avidità e vendetta del folle e perverso desiderio del Re Erode per la giovane figliastra Salomé, mentre questa cerca di sedurre Giovanni Battista; nello scandalo che ha investito l'autore, proibendone la rappresentazione nella Londra di fine 19° secolo, spingendosi in modo inedito e intimo nel mondo privato di Pacino, alle prese con l'impegnativo ruolo di se stesso e il re Erode.