Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Revenant - Redivivo

di Alessio Tambone , pubblicato il 21 Gennaio 2016 nel canale CINEMA

“Leonardo DiCaprio si immerge totalmente nel nuovo progetto del regista messicano Iñárritu, trasposizione cinematografica delle vicende di Hugh Glass, uno degli eroi del vecchio West americano”

Sopravvivenza

Tranne che per alcune eccezioni, la produzione ha cercato set naturali che facessero da sfondo alle scene, con l'obiettivo di immergere gli attori direttamente nelle difficili condizioni climatiche narrate sullo schermo.

La ricerca dei giusti paesaggi e del corretto clima ha richiesto ben 5 anni, con il magnifico risultato di fondali integri, non toccati da essere umani, con un fascino davvero poetico.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine in massima risoluzione -

La maggior parte delle riprese sono state effettuate in Canada: in alcuni frangenti la temperatura sul set ha raggiunto la considerevole cifra di meno 27 gradi. Lo stesso Iñárritu ci scherza dicendo "Ho imparato che non esiste il tempo cattivo ma solo vestiti sbagliati", consapevole che le estreme condizioni hanno donato la suggestione da brivido che il tepore non avrebbe mai potuto trasmettere.

Durante le riprese nelle vicinanze di Alberta, con un coordinatore della sicurezza sempre attento a possibili valanghe e comparsa di orsi (i due problemi maggiori per la produzione), è avvenuto un brusco cambio di clima, con un'ondata di caldo eccezionale che ha classificato di fatto quell'inverno canadese come il più caldo degli ultimi 23 anni.

Alla disperata ricerca di neve, con squadre armate di vanghe che la raccoglievano dalle montagne vicine per arricchire quella presente sul set, la produzione ha deciso di spostare le riprese per due settimane nella Tierra del Fuego, sull'estrema punta meridionale del Sud America. In quel luogo sono stati effettuati gli ultimi ciak mancanti legati a paesaggi fortemente innevati.

 

 

Articoli correlati

Tutti al cinema: gennaio

Tutti al cinema: gennaio

Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di gennaio. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!
Birdman

Birdman

Cesellato in un unico piano sequenza vero come la finzione, il capolavoro del regista messicano Alejandro González Iñárritu. Distribuzione del disco firmata 20th Century Fox HE
Il grande Gatsby

Il grande Gatsby

Il romanzo di Francis Scott Fitzgerald nella maestosa opera filmata in digitale 3D nativo dal regista australiano Baz Luhrmann. Distribuzione Warner Bros HE
Django Unchained

Django Unchained

Il pulp Western del regista e produttore Quentin Tarantino arriva in versione Blu-ray, anche in edizione a tiratura limitata numerata. Distribuzione Sony Pictures HE
J. Edgar

J. Edgar

Clint Eastwood e Leonardo Di Caprio alle prese con il complesso biopic del fondatore dell’FBI. Distribuzione dell'edizione Blu-ray curata da Warner Home Video
J. Edgar

J. Edgar

Clint Eastwood racconta sul grande schermo l'incredibile personalità di J. Edgar Hoover, a capo dell'FBI per circa 50 anni. Attore protagonista Leonardo DiCaprio, distribuzione nelle sale cinematografiche curata da Warner
Gangs of New York

Gangs of New York

Da un grande maestro della settima arte, l'ultimo film realizzato come i kolossal di un tempo. Il Blu-ray è distribuito da 20th Century Fox
The Aviator

The Aviator

Leonardo DiCaprio indossa le ali che Martin Scorsese ha costruito per lui. Si viaggia nel cielo e si rimane affascinati dalla personalità restituita da DiCaprio. In questi giorni nelle nostre sale c'è The Aviator: vincitore ai Golden Globe e candidato con 11 nomination agli Oscar.



Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 21 Gennaio 2016, 02:53
Se tutto va bene, stasera alle 21 vado a vederlo (qui esce proprio oggi).
Mi aspetto molto, ma so che è un bel film, apprezzato dai critici che seguo.
Commento # 2 di: hi_speed pubblicato il 21 Gennaio 2016, 12:51
Visto all'Arcadia in sala energia

Dal punto di vista artistico il film mi è piaciuto, anche se personalmente avrei apprezzato un maggior sviluppo della trama ed una riduzione delle scene oniriche alla Malick.

Per quanto riguarda le interpretazioni ottimi Di Caprio e soprattutto Hardy (a cui avrei dedicato maggior spazio).

Per la parte tecnica, le immagini lasciano effettivamente a bocca aperta: paesaggi naturali bellissimi e un uso della luce naturale che fa la differenza...

L'audio (italiano) l'ho trovato nella media, con i dialoghi forse un filo troppo distanti (ero seduto in fila 12 al centro ma non è la prima volta che all'Arcadia percepisco questo arretramento del canale centrale...).

Per concludere: film da vedere e (ri)vedere, merita sicuramente il cinema e poi l'home video... speriamo in un'endizione che renda merito all'ottimo comparto tecnico.
Commento # 3 di: Stedel pubblicato il 21 Gennaio 2016, 14:18
Ma in sala energia a Melzo è confermato l'utilizzo di DCP 4K??
Commento # 4 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 21 Gennaio 2016, 16:16
Originariamente inviato da: hi_speed;4520441
Per concludere: film da vedere e (ri)vedere, merita sicuramente il cinema e poi l'home video... speriamo in un'endizione che renda merito all'ottimo comparto tecnico...........[CUT]


buona parte il film è girato con la Arri Alexa65 (6K) e HDR Dolby Vision oltre che mix audio in Dolby Atmos, quindi se per il Blu-ray utilizzeranno un master 4K e Dolby Atmos per l'inglese la qualità sarà alta, unico porblema è la durata.. se mettono Dolby Atmos e 4 o 5 lingue in Dts anche solo a 768kbs, il bit-rate medio del video sarà un po' basso, senza extra eccetto il commento del regista e degli attori, magari extra tutti a parte su secondo Blu-ray dedicato, si potrebbe avere un bit-rate sopra i 22mbs o poco più in presenza di un unico disco per il territorio europeo, togliendo l'Atmos e limitandosi solo al DTS HD master audio 5.1 per l'inglese

si guadagnerebbe qualcosa in termini di spazio oltre agli extra a parte, nel caso di 4 o 5 lingue Dts lossy sullo stesso disco unico per l'Europa, se dovesse vincere qualche premio importante, Fox potrebbe fare uno sforzo in più..
Commento # 5 di: hi_speed pubblicato il 21 Gennaio 2016, 18:19
@Stedel

Credo proprio di si, il dettaglio era impressionante. Sony distribuisce la versione DCP 4K, non vedo perchè non dovrebbero usarla in sala energia.

@likiDukemSsj360

Effettivamente la durata potrebbe essere un problema. Sogno una versione splittata su due dischi ed extra a parte ma non accadrà mai...

Il massimo a cui possiamo auspicare è film senza extra su un disco con audio ENG ATMOS e ITA, FR, DE DTS. Tutto il resto su dischi separati.

Commento # 6 di: Luiandrea pubblicato il 22 Gennaio 2016, 09:34
Visto all'Omnia Center di Prato sala 6, le cose che mi sono piaciute sono le scenografie e la regia, il film in generale però l'ho trovato abbastanza noioso, le interpretazioni degli attori principali sono ok, anch'io ho preferito Hardy

Stendo un velo pietoso sulla qualità audio e video di quella sala, nell'ordine li definirei mediocre il primo e pessimo il secondo dove avevo l'impressione di vedere un DVD di qualità infima.
Commento # 7 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 24 Gennaio 2016, 16:52
Ho visto il film, ottimamente fotografato da Lubezki, sia con proiettore DLP 2K Barco su schermo bianco da 9 metri di base (e da 7 metri di distanza, con CR della sala inferiore a 500:1), sia con LCoS 4K Sony su 10 metri di base e da 8 metri di distanza (CR più che doppio rispetto alla sala con DLP).

Ho trovato il video altalenante, con troppe scene in cui fuoco e dettaglio sono così bassi che si vedevano chiaramente i problemi anche con proiettore 2K. Non solo: nei lunghi (e belli) piani-sequenza con fuochi praticamente perfetti, il movimento di macchina ammazzava ovviamente il dettaglio di tutti gli elementi in primo e secondo piano, lasciando un po' di informazioni solo alle zone d'immagine con elementi molto distanti. Paradossalmente, ho trovato più affilate inquadrature molto difficili, come alcune in cui l'unica fonte luminosa è il fuoco ma con MdP ferma o comunque con movimenti lentissimi. Color correction molto bella ma standard. Io avrei calcato la mano nelle scene più fredde. Bello e rassicurante il calore delle scene vicino al fuoco.

L'audio è deludente e non perchè non sia 7.1 oppure Dolby Armos. Ci sono mix Dolby Stereo strepitosi al confronto poichè quello che ho ascoltato in questo film è sconfortante. Non ho idea se l'audio sia nativamente così o se ci sia qualche responsabilità del doppiaggio.

Il film mi è piaciuto ma l'ho trovato a tratti peggio di Interstellar per l'impossibilità di alcune cose che vengono raccontate. Non conosco il romanzo ma la fisiopatologia umana si. Pazienza. La prima scena è spettacolare come anche l'altra fuga del protagonista poco prima della quasi citazione di Star Wars per sopravvivere al gelo. Le scene con la camera che corre di fianco al cavallo e che inquadrano in primo piano chi lo cavalca sono pazzesche!

Tom Hardy meglio di Leonardo. Non credo che Leo vincerà l'Oscar. Forse il regista, sicuramente Lubezki.
Commento # 8 di: Miki80 pubblicato il 24 Gennaio 2016, 17:00
Anche qui sospensione dell'incredulità?!
Commento # 9 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 25 Gennaio 2016, 00:47
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;4522167
Ho visto il film, ottimamente fotografato da Lubezki, sia con proiettore DLP 2K Barco su schermo bianco da 9 metri di base (e da 7 metri di distanza, con CR della sala inferiore a 500:1), sia con LCoS 4K Sony su 10 metri di base e da 8 metri di distanza (CR più che doppio rispetto alla sala con DLP).

Ho trovato il video altalenante, con troppe s..........[CUT]


il film poteva essere molto più potente, da pugno nello stomaco, e con meno retorica e dejavù nella parte finale, purtroppo il regista non a potuto calcare la mano, per tenere buoni i producer e non beccarsi una valutazione superiore alla R dalla censura americana

Hardy meglio di Di Caprio pur avendo avuto meno spazio, ben fatta la scena dell'orso in alcuni frangenti, vero spettacolo la seppur breve sequenza di fuga a cavallo, la stessa che si vedeva nella scena Clou del Teaser.. che ha alzato l'Hype a milioni di persone che hanno visto il Teaser Trailer l'estate scorsa..

peccato per le numerose sfocature viste su schermo da oltre 20m e VPR 4K, e mancanza di fuoco e di conseguenza spesso non sembrava neppure che fosse 4K, ho dei Blu-ray a casa anche girati su pellicola che sono più costantemente nitidi e co maggiore dettagli a fuoco, l'audio era discreto, il mix frontale in alcune scene non era da buttare, i bassi si facevano sentire solo in parte della colonna sonora e nella scena delle rapide, anche un pelo sbilanciati rispetto al suono degli schizzi d'acqua, poco aggressiva la scena dell'Orso, ci voleva un pizzico di cattiveria in più bel sonoro
Commento # 10 di: Aenor pubblicato il 01 Febbraio 2016, 09:20
Visto ieri ieri all'Omnia center di prato. Il film mi è piaciuto molto ma tecnicamente sono rimasto allibito: innanzitutto mi chiedo come si faccia a far pagare 9 euro un biglietto di un cinema per poi offrire un'esperienza audio a tratti VERGOGNOSA. Ero con mia moglie e anche lei ha detto si sentono meglio i film a casa nostra.

volume bassissimo, canali centrali fiacchi, 0 tridimensionalità, profondità dei bassi assente. Non so se sia colpa della traccia ITA o dell'impianto, ad ogni modo sono rimasto davvero deluso. Lato video ho notato tantissime perdite di dettaglio in scene a basso APL ma ho apprezzato tantissimo i primi piani. Alcune scene mi hanno emozionato tantissimo, complice una fotografia dei luoghi imho eccezionale.

Voto film per me 7.5, audio 3, video 6.5

PS: il telo del cinema era danneggiato e sulle inquadrature chiare si notava benissimo l'ammaccatura.. sempre per tornare al discorso dei 9 euro, queste cose mi lasciano allibito. Considerando l'esborso per due persone (18 euro) preferisco davvero aspettare qualche mese in più e godermi i film in Bluray a casa con il mio plasma.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »