Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Firenze e gli Uffizi 3D/4K

di Alessio Tambone , pubblicato il 04 Novembre 2015 nel canale CINEMA

“Dopo il successo di Musei Vaticani 3D, un'altra produzione Sky a servizio dell'arte. Un viaggio nella capitale del Rinascimento tra opere di Botticelli, Leonardo, Vasari e Michelangelo”

Le riprese

La prima parte del documentario è un viaggio di avvicinamento alla Galleria degli Uffizi, un percorso storico-artistico alla scoperta dei luoghi simbolo del Rinascimento fiorentino (e non solo).

 

Le riprese, come già accaduto per Musei Vaticani 3D sono lente, imponenti, realizzate attraverso l’ausilio di bracci pneumatici, dolly e carrelli comandati elettronicamente, con l’arsenale tecnologico capitanato da due Camere RED Epic Dragon 6K con ottiche Zeiss Masterprime. Diversi sono i momenti emozionanti, come il bel movimento di macchina ad esaltare la Fontana del Nettuno di Piazza della Signoria, o l’effetto stereoscopico restituito con la ripresa di Perseo con la testa di Medusa realizzato da Benvenuto Cellini e collocato sotto la Loggia dei Lanzi.

 
- click per ingrandire -

Tra gli interni segnaliamo invece la riuscita sequenza del magnifico Salone dei Cinquecento, con il bel soffitto a cassettoni (ottimo il 3D) che incornicia l’incredibile sala lunga 54 mt, larga 23 con un altezza di ben 18 mt. Deludono invece gli esterni (perchè degli interni parleremo nella prossima pagina) realizzati in volo sopra Santa Maria del Fiore, con la celebre (doppia) Cupola che non risalta se non per i piacevoli disegni originali del Brunelleschi convertiti in grafica 3D.


- click per ingrandire -

Non esaltanti anche le riprese della straordinaria Cappella Brancacci di Santa Maria del Carmine, con le storie di Masolino e Masaccio riprese di lato, dall’esterno della cappella, senza alcuna riproposizione tridimensionale. Il documentario ci guida inoltre - per troppo poco tempo in realtà - all’interno dell’Opificio delle Pietre Dure, una delle massime eccellenze internazionali dell’arte del restauro. Per l’occasione ci viene mostrato in anteprima il minuzioso lavoro effettuato sull’Adorazione dei Magi di Leonardo, assente dal 2011 dalla Galleria degli Uffizi.