Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Firenze e gli Uffizi 3D/4K

di Alessio Tambone , pubblicato il 04 Novembre 2015 nel canale CINEMA

“Dopo il successo di Musei Vaticani 3D, un'altra produzione Sky a servizio dell'arte. Un viaggio nella capitale del Rinascimento tra opere di Botticelli, Leonardo, Vasari e Michelangelo”

Firenze e Lorenzo il Magnifico

Il documentario comincia con una lunga ripresa aerea che focalizza senza dubbio alcuno la protagonista del progetto: Firenze, uno scrigno di arte e cultura che ha vissuto proprio nel Rinascimento il suo periodo di massimo splendore.

L’impatto è però devastante. I lunghi movimenti di macchina da presa cominciano all’interno dei boschi che circondano la città, con un effetto stereoscopico fastidioso per gli occhi, una cromia esageratamente virata verso il verde e un contrasto delle immagini troppo blando.


- click per ingrandire -

Le cose non migliorano quando le macchine da presa sovrastano Firenze, con una città restituita in un fastidioso effetto tilt-shift che la fa sembrare un’orrenda grande miniatura. La profondità dell’effetto 3D è inoltre ridotta al minimo, con una sospetta digitalizzazione di alcuni elementi che male si inseriscono nel contesto urbano.


- click per ingrandire -

Si passa quindi alla conoscenza di Lorenzo il Magnifico, in un riuscito gioco di ricordi, rimandi e spiegazioni, in bilico tra presente, passato e futuro, sapientemente sceneggiato, ripreso e fotografato. In questi interni la profondità delle riprese è maestosa, ricercata attraverso un continuo sovrapporsi di oggetti di scena, di fondali e dell’attore principale (malamente doppiato). Script però esageratamente sopra le righe quando lo stesso Lorenzo dice: “Nell’anno della mia morte Cristoforo Colombo scoprì l’America; per me l’America era Firenze”. Evitabile.

Segue : Le riprese Pagina successiva