Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Tutti al cinema: maggio

di Alessio Tambone , pubblicato il 29 Aprile 2015 nel canale CINEMA

“Suggerimenti e calendario completo per le uscite nei cinema italiani nel mese di maggio. Una rubrica di AV Magazine per essere sempre aggiornati su quello che succede all'interno dei cinema italiani, con info sul film e trailer. A voi la scelta!”

Dal 5 maggio

Leviathan

Kolia vive in una piccola città nel nord della Russia, vicino al Mare di Barents. Abita con la giovane moglie e un figlio avuto da un matrimonio precedente, mentre gestisce una piccola autofficina che si trova proprio accanto alla sua casa. La vita tranquilla viene scossa quando il sindaco Vadim Cheleviat decide di toglierli terreno, casa e officina. Dopo un primo tentativo economico, andato a vuoto, il sindaco diventerà sempre più cattivo.

Pellicola davvero molto interessante, diretta dall'eccellente regista russo Andrey Zvyagintsev (classe 1964), già regista dei premiati Elena, Izgnanie e Il ritorno. Il film è stato accolto molto positivamente nei vari festival internazionali, premiato con la migliore sceneggiatura a Cannes, con il Golden Globe come migliore film straniero e con la candidatura all'Oscar (sempre migliore film straniero). Al cast quasi totalmente russo, segnaliamo la pregevole aggiunta del grande Philip Glass per la creazione della colonna sonora.

Cake

Claire Simmons è una donna con evidenti problemi fisici e altrettante complicazioni emotive. Spesso violenta, rimasta sola dopo la fuga di marito, familiari e amici, la donna ha soltanto una persona che le è rimasta vicino. È la governante Silvana, che con riluttanza accetta i problemi del suo datore di lavoro grazie a un buon stipendio. Il suicidio improvviso di Nina, una ragazza da poco conosciuta durante le sedute di sostegno, porterà Claire a soppesare le ragioni di un gesto così estremo, pensando a un modo di salvare se stessa.

Intensa interpretazione per Jennifer Aniston, anche produttrice esecutiva della pellicola, candidata per il ruolo al Golden Globe come migliore attrice in un film drammatico (premio poi vinto da Julianne Moore per Still Alice). Script curato dall'esordiente Patrick Tobin, con la macchina da presa affidata Daniel Barnz, regista nel recente passato dei mediocri Won't Back Down e Beastly.

Forza maggiore

Tomas dopo anni di duro lavoro riesce finalmente a concedere una lussuosa vacanza sulle Alpi alla sua famiglia, formata dalla moglie Ebba e dai figli Vera e Harry. Durante un pranzo all'aperto tutti gli ospiti partecipano inconsapevolmente a un'attrazione dell'hotel: una valanga (controllata) si dirige pericolosamente verso i tavoli, rischiando di travolgerli. L'istinto della mamma è quello di proteggere i figli, pronta a morire per loro. Il padre, inspiegabilmente, scappa con l'obiettivo di salvare se stesso. L'episodio romperà gli equilibri nella coppia.

Produzione nord europea (Svezia, Danimarca, Francia e Norvegia) con trama socialmente interessante, scritta e diretta dallo svedese Ruben Östlund (Play). Cast alla prima vera prova internazionale in quasi tutti i ruoli tecnici e artistici. Il film è stato insignito del Premio della Giuria allo scorso Festival di Cannes, mentre ai Golden Globe non è riuscito ad andare oltre la nomination come migliore film straniero.