Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Lumix GH4: setting e livelli - parte I

di Ermanno di Nicola , pubblicato il 20 Febbraio 2015 nel canale AVPRO

“La "nostra" guida in due parti sulle impostazioni della DMC-GH4, la piccola camera di Panasonic in grado di registrare video 4K su scheda SD, probabilmente l'unico approfondimento con analisi oggettive e misure sulle curve di luminanza dei vari profili a disposizione ”

Le misure con i 7 profili principali

Prima di iniziare l'analisi delle misure effettuate sui profili, vediamo quali sono quelli a disposizione. Se tralasciamo il "monochrome" e il "custom", nel menu della GH4 abbiamo a disposizione ben 7 diversi profili: Standard, Vivid, Natural, Scenery, Portrait, Cinelike D e Cinelike V. Oltre ad influenzare le curve, i profili permettono di modificare anche la colorimetria. Affronteremo quest'ultimo aspetto in un'altra occasione. Ed ora iniziamo ad analizzare i primi 3 profili in condizioni di default, quindi senza alcuna modifica:


BLU = Standard; VIOLA = Cinelike D; VERDE = Cinelike V
- click per ingrandire -

Confrontando le tre curve notiamo che il Cinelike V chiude decisamente molto di più le ombre ed apre le luci fornendo un'immagine molto contrastata. Il Cinelike D sembra recuperare pochissima dinamica sulle ombre ma riduce il contrasto sui mezzi toni e le alte luci, inoltre cambia decisamente la pendenza - in maniera a dir poco "strana" - attorno all' 80%, riallineandosi più o meno con il Cinelike V. Il profilo Standard sulle basse luci è molto simile al Cinelike D, per diventare quasi lineare a partire dal 20% per poi cambiare di nuovo pendenza oltre il 70%, disegnando la classica curva a forma di "S". Continuiamo ad analizzando gli altri quattro profili, Natural-Portrait, Vivid-Scenery, confrontati con il Cinelike D:


VERDE = Natural-Portrait; GIALLO = Vivid-Scenery; VIOLA = Cinelike D
- click per ingrandire -

Il Natural ed il Portrait sono identici (in realtà cambia la colorimetria) e sono identificati dalla stessa curva di colore verde. Qualche differenza in più la rileviamo tra Vivid e Scenary, che rimangono comunque molto simili e in questo grafico sono praticamente sovrapposti e identificati dal tracciato giallo. L'aspetto più interessante è il confronto con il profilo Cinelike D, che tanto piace ai possessori della GH4. Il Natural e il Portrait sono leggermente spostati a sinistra rispetto allo standard, con le basse luci più in evidenza. I profili Vivid e lo Scenery hanno la porzione della curva delle basse più bassa rispetto al Cinelike D e la porzione delle alte luci uguale al Natural e Portrait, risultando cosi il profilo con il maggior contrasto. Per la precisione è il Vivid il profilo più contrastato anche se di poco rispetto allo Scenery.