Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

ATEM Television Studio

di Ermanno di Nicola , pubblicato il 07 Settembre 2012 nel canale AVPRO

“Un banco regia in alta definizione con controllo software, sei ingressi in formato HD-SDi e HDMI, registrazione in formato H.264, grafica con due livelli e possibilità di espansione che sembrano infinite, il tutto a meno di 1.000 Euro, tasse incluse...”

Versatilità e caratteristiche

L'ATEM Television Studio viene presentato come sistema per le dirette web, in realtà con le sue caratteristiche permette molto di più. Le ridotte dimensioni ci hanno fatto subito pensare ad un sistema portatile. Non ci vuole molto a preparare un piccolo case con lo spazio per l'ATEM un piccolo monitor ed un portatile per rendere tutto trasportabile facilmente. l'alimentazione può tranquillamente essere sostituita da batterie ricaricabili a 12 volts. Considerando anche l'acquisto di sistemi wirless in HDMI è facile immaginare addirittura un sistema senza fili.

La registrazione tramite USB 2.0, in formato compresso H.264, non è eccelsa ma comunque buona per la maggior parte delle esigenze di trasmissione broadcast in HD. Nulla ci vieta comunque di registrare direttamente dall'uscita HDMI o SDI, con profondità a 10 bit per componente e in formato 4:2:2. In questo caso Blackmagicdesign ci viene incontro con molti altri giocattoli.

Il più economico sistema di registrazione, per interfaccia Thunderbolt, è sicuramente il nuovo UltraStudio Mini Recorder: per meno di 150 Euro offre ingressi HD-SDI e HDMI, con possibilità di registrare in formato non compresso 4:2:2 e fino a 10 bit di profondità. Per interfaccia USB 3.0 c'è invece Intensity Shuttle, con ingresso HDMI 4:2:2 a 10 bit e stesse possibilità di registrazione, a circa 200 Euro.

Caratteristiche dichiarate