Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

ATEM Television Studio

di Ermanno di Nicola , pubblicato il 07 Settembre 2012 nel canale AVPRO

“Un banco regia in alta definizione con controllo software, sei ingressi in formato HD-SDi e HDMI, registrazione in formato H.264, grafica con due livelli e possibilitÓ di espansione che sembrano infinite, il tutto a meno di 1.000 Euro, tasse incluse...”

VersatilitÓ e caratteristiche

L'ATEM Television Studio viene presentato come sistema per le dirette web, in realtÓ con le sue caratteristiche permette molto di pi¨. Le ridotte dimensioni ci hanno fatto subito pensare ad un sistema portatile. Non ci vuole molto a preparare un piccolo case con lo spazio per l'ATEM un piccolo monitor ed un portatile per rendere tutto trasportabile facilmente. l'alimentazione pu˛ tranquillamente essere sostituita da batterie ricaricabili a 12 volts. Considerando anche l'acquisto di sistemi wirless in HDMI Ŕ facile immaginare addirittura un sistema senza fili.

La registrazione tramite USB 2.0, in formato compresso H.264, non Ŕ eccelsa ma comunque buona per la maggior parte delle esigenze di trasmissione broadcast in HD. Nulla ci vieta comunque di registrare direttamente dall'uscita HDMI o SDI, con profonditÓ a 10 bit per componente e in formato 4:2:2. In questo caso Blackmagicdesign ci viene incontro con molti altri giocattoli.

Il pi¨ economico sistema di registrazione, per interfaccia Thunderbolt, Ŕ sicuramente il nuovo UltraStudio Mini Recorder: per meno di 150 Euro offre ingressi HD-SDI e HDMI, con possibilitÓ di registrare in formato non compresso 4:2:2 e fino a 10 bit di profonditÓ. Per interfaccia USB 3.0 c'Ŕ invece Intensity Shuttle, con ingresso HDMI 4:2:2 a 10 bit e stesse possibilitÓ di registrazione, a circa 200 Euro.

Caratteristiche dichiarate