Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony HDR-HC1

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 20 Giugno 2005 nel canale AVPRO

“A poche settimane dall'annuncio fatto negli Stati Uniti, da Sony arriva una a nuova splendida notizia: la nuova videocamera HDR-HC1 in alta definizione per il mercato consumer sarà disponibile tra pochi giorni anche per il mercato italiano.”

Sony HDR-HC1: caratteristiche principali

Le differenze tra la nuova Sony HDR-HC1 e la "sorella maggiore" FX1 sono davvero tante. La nuova HC1 è caratterizzata da dimensioni contenute in 71 x 94 x 188 mm. Anche il peso è limitato: assieme alla batteria standard non supera i 680 grammi. Il primo approccio è estremamente diverso rispetto al modello FX1: la linea è sobria ed il numero di bottoni a vista - davvero limitato all'essenziale - suggerisce una notevole semplicità d'uso.

Il mirino LCD a colori è affiancato da un display LCD con diagonale da 2,7" e con sensibilità al tocco. Attraverso questo display è possibile navigare attraverso il menu di controllo per governare la maggior parte delle funzioni della videocamera. In luogo dei tre sensori CCD utilizzati nella FX1, la nuova HDV Sony utilizza un sensore CMOS (presumibilmente in formato 4:3) da circa 3 milioni di punti che, in modalità "foto" cattura immagini con risoluzione di 2,7 Megapixel: 1920x1440.

 

In modalità "ripresa" invece, il sensore cattura fotogrammi a 1920x1080 punti che vengono registrati su nastro a scansione interlacciata. La vidocamera HDV può ovviamente registrare anche in formato miniDV, sia in formato 4:3 che in 16:9 a risoluzione standard. Non è invece prevista la modalità 720p con 50 fotogrammi a scansione progressiva. 

L'obiettivo zoom 10X è un Carl Zeiss Vario-Sonnar T con ingrandimento zoom fino a 120x, stabilizzatore elettronico d'immagine Super SteadyShot  e messa a fuoco che può essere controllata anche manualmente come anche il bilanciamento del bianco e la velocità dell'otturatore. 

Tra le modalità di registrazione, segnaliamo quella denominata "Cinematic" che dovrebbe permettere la registrazione di due semiquadri successivi a scansione progressiva, in modo da avvicinare il risultato dell'acquisizione alla pellicola cinematografica. 

Tra gli elementi di connettività, segnaliamo una porta i.LINK (IEEE 1394) per il trasferimento del flusso audio e video ed uno slot per Memory Stick PRO Duo per il salvataggio delle immagini in modalità fotografica.

Durante le riprese in alta definizione è possibile salvare contemporaneamente immagini da 1 Megapixel. Tra le funzionalità più interessanti, segnaliamo la modalità Super NightShot Plus con emettitore a raggi infrarossi per catturare immagini anche in totale assenza di luce.

Segue : Conclusioni Pagina successiva