Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Preview Panasonic TX-58DX900 4K

di Redazione , pubblicato il 22 Marzo 2016 nel canale 4K

“Grazie alla collaborazione di un paio di amici, possiamo svelarvi alcune caratteristica del nuovo TV top di gamma Panasonic a risoluzione UHD 4K, full array local dimming, 10 bit per componente, riproduzione di contenuti HDR, spazio colore molto ampio e certificazione UHD Premium”

Test in HD


- click per ingrandire -

La giornata passa in fretta e la stanchezza non mi ha permesso di procedere oltre: la domenica pomeriggio successivo vedeva protagonista in quel dello "Stadio Matusa" di Frosinone, la Viola. In città il fermento era palpabile e, lasciati i bimbi con la mamma andare a festeggiare - almeno all’inizio senza papà - il compleanno del secondo genito Giuseppe (detto “Distruttore I” ricorderete i tweeter JBL con lui che fine fecero…), finalmente in ciabattone mi sbraco sul divano laterale, non prima di aver compiuto l’ultimo sforzo, cercando di spostare il pannello ad agio e centralità del divano laterale.

Accendo SKY, e mi sintonizzo su FROSINONE-FIORENTINA: e qui arriva la vera GODURIA di questo TV. La ricentratura della staffa mobile verso lo spettatore sbracato, ha contribuito, con il TV che era praticamente acceso lì solo per me, a un passo e mezzo da me. Ma la cosa stupefacente è stata sicuramente l’immagine proiettata dal DX 900, perché già il J5200 40” che ha fatto da muletto in questi mesi si girava solo per me.
Scendo nel dettaglio: a Frosinone, contrariamente alle previsioni, era una stupenda giornata di sole, e la partita, disputata alle 15, era in pieno sole. 

Lo Stadio MATUSA, orientato di traverso rispetto alla tratta solare, fa si che già attorno a fine primo tempo il sole e l’ombra tagliano il campo a metà tra luce e ombra, a causa dell’ampia copertura della Tribuna Centrale dello Stadio Comunale che si frappone fra il sole ed il campo di gioco. Questo sarà utile a spiegare la dinamica di questo TV. Iniziamo col dire che MAI nella mia vita avevo visto un TV così luminoso! Forse è la prima volta che la vera LUCE di un posto che bene conosco dal VIVO era perfettamente e fedelmente riprodotta nel pannello televisore! Sembrava davvero di avere una finestra sulla realtà! La luce, per un foto fobico come me, che dal vivo mi costringe a usare sempre occhiali da sole, l'ho sentita quasi necessaria per questo TV.

Infatti ho preso il telecomando e ho finalmente switchato nelle varie modalità immagine: quella che ho trovato ottimale per lo sport è quella definita “Personalizzata”, che ha un livello di retroilluminazione medio basso (30 su 100), e un forte contrasto (70 su 100). Ho visto la partita meglio del meglio posizionato in Tribuna: ho pensato: “e chi ci va più al MATUSA? Si vede troppo bene così". La luce del sole che filtrava dalla finestra (si perché questa sensazione la ho avuta con la luce del sole che martellava la sala! Mica al buio!) era esattamente la stessa identica che usciva dal televisore, con l’unica interruzione del sottilissimo bordo del TV.  Sbalorditivo! 
Chiedo venia per non recarvi prova fotografica di tanta meraviglia: ma l’orgasmo visivo vissuto mi ha fatto dimenticare di immortalare la scena per voi. Il dettaglio, poi, c’era tutto, e mi sono divertito per oltre un quarto d’ora a scrutare le tribune per riconoscere i volti degli amici tanto che c’era risoluzione a sufficienza pure per i visi dietro il campo di gioco!

La fluidità dello scorrere del pannello, mi ha fatto poi controllare i settaggi dell’IFC: impostato al massimo rende ciò che nei film è sgraditamente definito da molti come “effetto telenovela”, qui fa il suo eccellente lavoro: l’immagine era esattamente non solo luminosa come dal vivo, ma soprattutto altrettanto fluida. L’IFC per tutta la partita è stato gradevole e funzionale allo scopo. Senza nessuna diagonale seghettata, e con solo qualche sparuta esitazione infinitesimale. Ultima cosa sulla dinamica: dicevo che da fine primo tempo si inizia a giocare dalla tre quarti in difesa della Fiorentina in una zona di ombra: ebbene, le poche volte che quelli del Frosinone si spingevano sino a lì, la luce scendeva clamorosamente, con lo stesso fastidio che si vive dal vivo, quando l’iride fa fatica a ricontrarsi prontamente per cogliere bene il dettaglio del dribbling in piena penombra: poi la palla spazzata nella zona di sole ti abbacinava di nuovo. Insomma la dinamica è assolutamente da primato!

Pannello 10bit, Fosfori  potenziati, Retroilluminazione Full Led: qui si esprimono nel loro terreno più consono. Debbo riconoscerlo: lo ZT60 non riusciva minimamente ad arrivare a tanto. Qui il DX900 è nettamente, e di molte lunghezze, superiore! Nella visione della NBA, vissuta in palazzetti immensi ma per questo anche bui, invece, la partita è stata sostanzialmente pareggiata dal DX900 rispetto allo ZT60, che viste le condizioni non sue predilette, può valere come un’altra vittoria.  Dettaglio ottimale, resa fluida, e dinamica sbalorditiva. Non si finisce di godere a guardare le belle immagini di questo TV: e stavo guardando solamente una interessante sfida tra Nowitzki e Damien Lillard….Immaginate cosa sarebbe successo se avessi visto Steph Curry nella sua giallissima Oracle Arena! Non vedo l’ora!