Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LAB preview: Asus PQ321QE 4K

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 28 Ottobre 2013 nel canale 4K

“Poco prima dell'IBTS abbiamo avuto per pochissimi giorni un sample del nuovo monitor Asus PQ321QE a risoluzione Ultra HD 4K (3840x2160) con ingresso DisplayPort 1.2 e compaatibile con segnali 4K fino a 60p. Ecco le nostre prime misure”

LAB: luminanza, CR, gamma e colori

La luminanza del display è molto elevata e i dati di targa (350 candele su metro quadrato), vengono addirittura superati benché di misura. I livelli misurati si riferiscono a tre modalità predefinite ("VIVID", "NORM" ed "sRGB") e a quella al netto della calibrazione della scala dei grigi, dove si perde dinamica in quantità trascurabile. Il rapporto di contrasto è esattamente quanto dichiarato, pari a 800:1.

I valori del gamma sono a dir poco straordinari. I valori riscontrati in modalità predefinita sRGB coincidono con quelli disponibili forzando la curva con coefficiente 2.2. Al netto della taratura, modulando quindi le tre componenti RGB, le prestazioni sono pressoché identiche, anche sulle basse luci. Ai primi gradini, il rapporto di contrasto contenuto in 820:1 costringe ad abbassare il coefficiente ma la visibilità dei particolari rimane integra senza alcun problema di solarizzazione.

Il bilanciamento del bianco in condizioni di default invece è abbastanza lontano dal riferimento, con una dominante fredda molto evidente. La calibrazione però è piuttosto agevole anche se mi è stato impossibile correggere anche i primi step dal nero fino al 10%.  Vi ricordo che nel paragrafo relativo al menu e alla calibrazione ho inserito un'immagine dei valori al netto della calibrazione che vedete qui in alto a sinistra. Il risultato complessivo è davvero molto, molto buono.

Buone notizie anche per quanto riguarda i colori. Il gamut è solo leggermente più grande rispetto al riferimento BT.709 (quello per l'alta definizione), per tutti e tre i vertici. Lo scostamento però è davvero minimo e infatti il Delta E delle tre coordinate RGB è molto contenuto e nel caso peggiore vale appena 3,9 anche al netto di tutti gli step di saturazione, misurati con incrementi al 5%.

Per contenere le dimensioni del gamut e farlo coincidere con quello dell'alta definizione non si può contare sul controllo di saturazione. Per far coincidere i tre vertici con il riferimento, il controllo di saturazione va impostato a "15" invece che a "30" ma il risultato è buono solo per le coordinate cromatiche di colori saturi al 100%. La lumimnanza dei colori scende molto e il display tende a sotto-saturare i colori in maniera drammatica. A questo punto solo un'auto calibrazione software con sistemi come x-rite potrebbe risolvere il problema. Peccato che lo scarso tempo a disposizione non mi abbia permesso di fare queste verifiche.

Segue : Conclusioni Pagina successiva