Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Finalmente film in 4K anche in Italia

di Edoardo Ercoli , Emidio Frattaroli , pubblicato il 20 Settembre 2010 nel canale 4K

“Grazie a Sony Pictures arrivano anche in Italia i primi film in digitale a risoluzione 4K, con una definizione quattro volte superiore rispetto al digitale 2K. Purtroppo nessuno degli schermi digitali in Italia con proiettore Sony 4K sarà in grado di programmarli.”

La situazione attuale e la concorrenza del 3D

A due anni dalla prima proiezione per il pubblico pagante a risoluzione 4K, è arrivato Karate Kid, già nelle sale dallo scorso 3 settembre, seguito da Mangia Prega Ama, uscito lo scorso venerdì 17 Settembre: entrambi i DCP vengono distribuiti nel formato digitale a risoluzione 4K. Tra i titoli Sony Pictures resta invece fuori Salt, con Angelina Jolie, il titolo probabilmente più interessante dei film in 4K distribuiti al momento da Sony.

Salt è sta letteralmente "schiacciato" dall'abbondanza di titoli 3D e non sarà neanche distribuito in digitale 2K ma soltanto in pellicola. La stessa sorte l'ha subita Inception, il bellissimo film di Cristopher Nolan, con Leonardo Di Caprio, che sta riscuotendo un grande successo di critica e pubblico. Anche Inception - regolarmente distribuito negli Stati Uniti in 4K e in IMAX, in Italia sarà disponibile dal 24 Settembre solo in pellicola.

L'alta frequenza di uscita di film in S-3D, il grande successo al botteghino che questi titoli raccolgono e il numero limitato di proiettori 3D a disposizione (circa 600 unità sul territorio nazionale), lasciano poco spazio già a film in digitale 2K. I proiettori per visualizzare film in digitale 2K oppure in 3D sono spesso gli stessi e i proiettori Sony 4K non fanno eccezione.

In altre parole, se l'esercente che ha a disposizione un proiettore Sony 4K può scegliere se proiettare un film in digitale 4K oppure in stereo 3D, con tutta probabilità sceglierà quest'ultima possibilità. Per questo motivo, Sony Pictures e Warner hanno scelto di non investire nella copia in 4K rispettivamente di Salt e Inception, poiché non avrebbero avuto alcuna possibilità di essere proiettati. Quindi, via alla distribuzione in pellicola 35mm.