Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Philips 65OLED973 4K HDR

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 25 Luglio 2018 nel canale 4K

“Il 65OLED973 è il modello di punta Philips per il mercato italiano, con pannello da 65", sistema operativo Android Nougat e soundbar integrata a "geometria variabile" che si adatta molto bene sia in configurazione "da tavolo", che in configurazione "a parete".”

Misure e visione in REC BT.709

 
- click per ingrandire -

Il test del televisore è avvenuto in una delle salette del punto vendita Audioquality di Bologna, con le migliori impostazioni di default che corrispondono alla modalità ISF Notte. Con i contenuti in alta definizione, le prestazioni del Philips 65OLED973 sono ad un passo dall'eccellenza già in condizioni di default, ad iniziare dalla riproduzione dei colori, con scostamenti dal riferimento così contenuti da non costringere ad una calibrazione fine, comunque possibile attraverso un completo menu di calibrazione.

  
- click per ingrandire -

Il menu è semplice, intuitivo e ben organizzato. Le impostazioni predefinite sono davvero tante anche se quelle più interessanti sono soltanto tre, ovvero ISF Day e ISF Night, completamente personalizzabili. Oltre ai classici controllo per la modulazione del bilanciamento del bianco, luminosità e contrasto, segnalo il controllo discreto della curva del gamma su vari step per valori medi (esattamente come per i TV Sony) e altri controlli sul segnale video per controllare indipendentemente porzioni della curva su alte luci e basse luci.

 
- click per ingrandire -

I valori del gamma in default sono a dir poco commoventi per coerenza e vicinanza al riferimento. Le differenze dopo la calibrazione sono minime, anche perché le correzioni effettuate, nel bilanciamento del bianco, nei valori di luminosità e contrasto (praticamente perfetti in default) non hanno avuto effetti su quanto registrato all'inizio.

 
- click per ingrandire -

Ecco infine il bilanciamento del bianco, con e senza calibrazione. In alto a sinistra le condizioni di default, con profilo immagine ISF Notte e a destra dopo una piccola sistemazione delle componenti rossa e blu su alte luci e basse luci. Il risultato è praticamente perfetto. Visto il tempo guadagnato con la calibrazione (meno di cinque minuti), ho trovato qualche minuto in più per un test di visione con Blu-ray Disc. Le prestazioni con immagini cinematografiche sono ottime sotto tutti i punti di vista, praticamente al pari dei migliori TV OLED attualmente in produzione, con Sony e Panasonic in testa.