Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

IFA Global Conference 2018

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 18 Giugno 2018 nel canale 4K

“L'IFA Global Conference Ŕ una due-giorni di conferenze e seminari sullo stato del mercato dell'elettronica di consumo che ha coinvolto 329 invitati in rappresentanza di tutti e 5 i continenti del globo terracqueo e che anticipa l'evento fieristico in programma dal 31 agosto al 5 settembre a Berlino”

Power briefings I

 
A sinistra Dave Graveline (Into Tomorrow), moderatore;
a destra Jens Heithecker, Vice President at Messe Berlin IFA Executive Director.
- click per ingrandire -

La Global Conference è suddivisa in due giornate. La prima è dedicata interamente ai cosiddetti "Power Briefings": una serie di conferenze e presentazioni alla stampa che vengono tenute da aziende che espongono all'IFA di Berlino. Quest'anno si sono alternati - in ordine alfabetico, Beurer, Huawei, Fitbit, German Autolabs, Miele, Philips, Radionovelli, Sharp, TCL e  WMF. La giornata ha registrato anche due interventi a cura di IHS Markit e GFK con analisi di mercato su alcuni settori strategici. 

 
Liat Ben-Zur, Senior Vice President e Bernd Laudahn, Market Leader Personal Health DACH
- click per ingrandire -

Dopo il benvenuto da parte del moderatore Dave Graveline e del Vice Presidente di Messe Berlin Jens Heithecker, è iniziato il primo Power Briefing a cura di Philips che ha puntato tutto sul settore "healt-care" e su tre prodotti ben precisi: il purificatore d'aria "smart", molto efficace per il controllo degli allergeni e due ulteriori prodotti per la gestione del "sonno", la lampada Somneo e Smart Sleep, la "headband" per aumentare la qualità del sonno. Entrambi i prodotti (Somneo e Smart Sleep) sono coordinate dall'app "Sleep Mapper", la potente applicazione utilissima per il controllo di tanti altri prodotti Philips.

  
Sascha Lange, Vice President Marketing and Sales EMEA, Sharp
- click per ingrandire -

Il secondo Power Briefing, presentato da Sharp, era molto atteso da tutti i giornalisti del gruppo "video". Il monitor Sharp LV-70X500E è il primo display consumer a risoluzione nativa 8K ad arrivare sul mercato Europeo ad un prezzo che è tutto sommato accessibile: 11.900 Euro, tasse incluse. Come già anticipato in questo articolo, il prezzo è una delle poche cose interessanti. A parte la risoluzione nativa pari a 7680x4320, alcuni aspetti del nuovo Sharp non convincono. Considerando l'acutezza visiva media della popolazione e le dimensioni del TV (base di poco più di un metro e mezzo) per percepire i particolari a risoluzione 8K bisogna essere molto vicini, a meno di un metro dallo schermo. Le zone di local dimming (216 zone, secondo Sharp) sono un po' poche rispetto ad alcuni TV LCD di fascia alta. l'ultimo aspetto che non convince ed è forse il più importante, è il fatto che il TV è un monitor puro, con quattro ingressi HDMI per ognuno dei 4 quadranti dello schermo: per le nuove connessioni HDMI 2.1 purtroppo c'è ancora bisogno di attendere qualche mese.

  
- click per ingrandire -

Dopo Sharp è la volta di Beuer, la piccola azienda tedesca che il prossimo anno compirà i 100 anni di attività e che dagli anni '80 è sinonimo di prodotti e piccoli elettrodomestici per la cura della persona, come bilance, termometri, misuratori di pressione e tanto altro ancora. A seguire è il momento di Radionovelli, l'azienda romana che ha presentato una "radio" dalle forme classiche ma con slot per SIM card per rete cellulare con tecnologia 4G e display interattivo: il prodotto è in grado di riprodurre anche contenuti audio e video on demand. Miele, l'azienda tedesca fondata nel 1899, specializzata in prodotti e soluzioni per la casa (soprattutto grandi e piccoli elettrodomestici), alla Global Conference ha mostrato l'ultima evoluzione del forno con tecnologia M-Chef che utilizza una combinazione di calore per convezione, vapore ed onde elettromagnetiche con feedback che promette di rivoluzionare il modo di utilizzare il forno, con un risparmio dei tempi di cottura (e dell'energia consumata) fino al 70% rispetto ad un forno convenzionale. 

  

A sinistra Frédéric Langin, General Manager Sales and Marketing Europe;
a destra Marek Maciejewski, Product Development Director Europe.

- click per ingrandire -

TCL è una realtà che è in grado di produrre quasi ogni elemento di un televisore, ad iniziare dal pannello LCD e dalla retroilluminazione. Durante l'intervento TCL ha mostrato alla stampa internazionale la rapida ascesa del marchio cinese che ha davvero dell'incredibile. A livello globale TCL è ormai il terzo produttore mondiale, grazie soprattutto alla forza del marchio negli Stati Uniti e in Cina. Nei prossimi due anni TCL punta ad arrivare al terzo posto assoluto anche per il solo mercato europeo, grazie ad un offerta caratterizzata da ottima qualità generale, innovazione e un rapporto qualità prezzo molto elevato