Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Audiovideoshow 2017

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 15 Novembre 2017 nel canale 4K

“Lo scorso week-end, a Bologna si è tenuta la seconda edizione della la manifestazione dedicata all'audiovideo, organizzata dal punto vendita Audioquality, con installazioni a rappresentanza di tutte e quattro le tecnologie di videoproiezione attualmente disponibili: 3LCD, D-ILA, DLP ed SXRD.”

JVC DLA-X7900, Harman Kardon e JBL


- click per ingrandire -

Nella sala JVC Kenwood erano in mostra i due videoproiettori X5900 e X7900 annunciati lo scorso settembre all'IFA di Berlino e che rappresentano un ulteriore affinamento dei prodotti che già conosciamo molto bene, caratterizzati da un rapporto di contrasto ancora insuperato e flusso luminoso particolarmente elevato, soprattutto in relazione alla potenza delle lampade utilizzate. In realtà nelle tre giornate dell'Audiovideoshow è stato mostrato soltanto il modello DLA-X7900 che rappresenta il proiettore di "fascia media", con un prezzo suggerito al pubblico di 5.990 Euro, IVA inclusa. Il modello "entry level" DLA-X5900" da 3.990 Euro non è stato mai acceso.


- click per ingrandire -

Il DLA-X7900 è stato preparato da Gian Luca di Felice di Tech4u.it che ha provveduto prima di tutto ad effettuare l'autocalibrazione con il software che viene fornito gratuitamente da JVC e che di fatto rappresenta un bonus unico rispetto agli atri videoproiettori presenti nella manifestazione. Dopo l'autocalibrazione è stato effettuato un piccolo "aggiustamento" per modulare meglio la risposta del proiettore, soprattutto per la riproduzione dei primissimi step della scala dei grigi. Alla fine, al centro dello schermo, la luminanza era superiore ad 80 NIT, ovvero quella più elevata in assoluto rispetto agli altri proiettori presenti.

Purtroppo il rapporto di contrasto non è stato misurato ma dovrebbe assestarsi attorno a 60.000:1, quindi quasi tre volte tanto rispetto al Sony VW760 e ben 10 volte quello dell'Epson EH-TW9300. Tra le caratteristiche più apprezzate del DLA-X7900 c'è sicuramente la gamma dinamica che è elevatissima ma anche una riproduzione dei colori più saturi che si è dimostrata più estesa rispetto a tutti gli altri proiettori. Anche la potenza luminosa a disposizione ha fatto la differenza, soprattutto con schermi così grandi e con guadagno leggermente contenuto. Quello che invece non ha convinto del tutto sono dettaglio e risoluzione, leggermente indietro rispetto a tutti gli altri proiettori presenti.

 

 

 

Articoli correlati

Shoot-out Epson, Sony, JVC

Shoot-out Epson, Sony, JVC

Epson EH-TW9300, JVC DLA-X5500 e Sony VPL-VW260ES: tre videoproiettori con caratteristiche e tecnologie diverse - 3LCD, D-ILA ed SXRD - si sfidano in un confronto "senza rete" a Roma, all'interno del punto vendita Garman nella giornata di sabato 21 ottobre 2017
Preview Epson EH-TW9300

Preview Epson EH-TW9300

In occasione dell'hi-fidelity a Milano e in previsione dei prossimi quattro eventi in compagnia dell'Epson EH-TW9300 tra ottobre e novembre 2017, ho deciso di pubblicare alcune misure di tutte le macchine che avrò a disposizione per portare a termine un interessante esperimento
Anteprima Sony 4K VPL-VW260ES

Anteprima Sony 4K VPL-VW260ES

Nella nuova gamma di proiettori home theater presentata ad IFA, Sony propone ora il suo "entry level" a risoluzione 4K nativa, compatibile con contenuti HDR10 e HLG, 1.500 lumen e ottica motorizzata, a 5.000 Euro; in attesa di un test approfondito ecco le prime misure



Commenti (24)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Bimoto pubblicato il 16 Novembre 2017, 09:29
SONY col processore

ho visto di persona che l'effetto del LUMAGEN sul sony 260 era di particolare efficacia: quando hanno fatto vedere metà schermo processato e metà schermo no...la differenza era imbarazzante!.
Ma che senso ha usare un VPR da 5.000€ su un telo da 4.000€ e con un processore da ( boh...??) 5.000 euro ???
Commento # 2 di: e.frapporti pubblicato il 16 Novembre 2017, 18:19
Originariamente inviato da: Bimoto;4788513
quando hanno fatto vedere metà schermo processato e metà schermo no...la differenza era imbarazzante!.

Che io sappia non è esattamente così.
La versione dimostrativa in splitscreen visualizza nella parte sinistra dello schermo l'immagine base HDR che uscirebbe dal radiance se non ci fosse l'Intesity Mapping e nella parte destra l'immagine elaborata dall'algoritmo chiamato HDR Intensity Mapping partendo dall'immagine base HDR.
Quindi a sinistra si potrebbe vedere il prodotto del VPR nudo e crudo solo nel caso in cui nessun parametro del Radiance venisse toccato ma di solito si utilizzano le potenzialità del radiance (eccetto IM) per arrivare a quella che prima ho chiamato immagine base HDR
Non so dire se a Bologna, nella parte sinistra, si vedesse il prodotto del solo VPR oppure un qualcosa già migliorato dal Radiance
Commento # 3 di: Microfast pubblicato il 16 Novembre 2017, 19:49
Originariamente inviato da: Bimoto;4788513
ho visto di persona che l'effetto del LUMAGEN sul sony 260 era di particolare efficacia: quando hanno fatto vedere metà schermo processato e metà schermo no...la differenza era imbarazzante!.
Ma che senso ha usare un VPR da 5.000€ su un telo da 4.000€ e con un processore da ( boh...??) 5.000 euro ???


É come quando vai al salone del motociclo e vedi una moto guidata da Valentino Rossi e poi ferma con sopra una bella ragazza ..., e si rimane così entusiasti da acquistarla, ma dopo l'acquisto a casa ti accorgi che la ragazza non era inclusa e che tu neanche sei Valentino Rossi ...

Insomma é normale far ben figurare un prodotto per venderlo ...
Commento # 4 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 16 Novembre 2017, 23:54
Originariamente inviato da: Microfast;4788841
... Insomma é normale far ben figurare un prodotto per venderlo ....
Come sempre più spesso accade, caro Microfast, non ne azzecchi più una è sembri sempre più una vecchia zitella acida

Battute a parte, il Sony 260, come da first-look che ho già pubblicato in tempi non sospetti, ha un problema in HDR: non effettua una compressione dinamica sufficiente e non ha strumenti adeguati nel menu - ad ora - per aggirare il problema. Ergo, in attesa che Sony prenda delle contromisure (aggiornamento firmware?), il Lumagen è estremamente efficace e non c'è alcun trucco in malafede.

Il mio articolo con misure è qui:

http://www.avmagazine.it/articoli/4...60es_index.html

Buona lettura.
Emidio.
Commento # 5 di: Microfast pubblicato il 17 Novembre 2017, 00:51
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;4788904
Come sempre più spesso accade, caro Microfast, non ne azzecchi più una è sembri sempre più una vecchia zitella acida

Battute a parte, il Sony 260, come da first-look che ho già pubblicato in tempi non sospetti, ha un problema in HDR: non effettua una compressione dinamica sufficiente e non ha strumenti adeguati nel menu - ad ora - per aggirare ..........[CUT]


Io non devo azzeccare proprio niente e il tutto mi interessa relativamente non trattando io ne proiettori, ne display, tantomeno schermi e processori video ...

Mi limito a constatare che ogni anno molti utenti, quantomeno i più preparati, continuano a gran voce a chiedervi demo di prodotti presentati in condizioni normali, ossia in un setup tipico per il costo del proiettore.
E per una ragione o per l'altra questo non avviene mai o quasi: o il prodotto è immaturo, o il firmware è acerbo, o è l'unico esemplare che ha fatto il giro del mondo e quindi sballottato con le ottiche fuori posto, etc etc etc

Sarebbe così semplice attendere che i tempi siano maturi e dimostrare uno di fianco all'altro i vari prodotti concorrenti così come sono, ovviamente regolati decentemente.

Non vedo quale altra ragione ci sia se non quella commerciale di dimostrare dei prodotti non ancora in condizioni se non ottimali almeno stabili.

Molti attendevano con ansia di vedere all'opera il famoso DLP vobulato, ma era il caso di farlo vedere in quelle condizioni? alcuni hanno capito che non era una situazione in cui poterlo giudicare, ma molti altri ne sono sicuro,sono tornati a casa con l'idea che sia una porcheria e viceversa gli altri prodotti il non plus ultra, magari oltre i propri meriti.

Ti ringrazio anche del titolo, zitella inacidita, che accetto senza problemi facendo spallucce, se questo certifica il mio modo di essere sempre dalla parte dell'utente, libero di dire quello che pensa e senza pesi sulla coscienza.

Stammi bene
Commento # 6 di: alemefi pubblicato il 17 Novembre 2017, 08:03
Condivido in toto le affermazioni di Marco
Commento # 7 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 17 Novembre 2017, 08:58
Originariamente inviato da: Microfast;4788920
... Ti ringrazio anche del titolo, zitella inacidita, che accetto senza problemi facendo spallucce, se questo certifica il mio modo di essere sempre dalla parte dell'utente, libero di dire quello che pensa e senza pesi sulla coscienza....[CUT]
Ti ho dato, scherzando, della zitella acida, perché vedi sempre il bicchiere quasi vuoto. Inoltre - secondo me - tu hai detto due cose non corrette. La prima, te la ricordo è questa qui:

Originariamente inviato da: Microfast;4788920
... É come quando vai al salone del motociclo e vedi una moto guidata da Valentino Rossi e poi ferma con sopra una bella ragazza ..., e si rimane così entusiasti da acquistarla, ma dopo l'acquisto a casa ti accorgi che la ragazza non era inclusa e che tu neanche sei Valentino Rossi .......[CUT]
Nella sala Sony è stato detto chiaramente che c'era il Lumagen (e che costa di listino 4.800 Euro). Veniva anche mostrato SEMPRE cosa succedeva con e senza il Lumagen. Quindi non può essere che uno che acquista il Sony si accorga solo a casa che è stato fregato.

Aggiungo di nuovo che il Sony, quando in ingresso c'è un segnale video HDR, applica la curva SMPTE 2084 troppo bene, con poca compressione dinamica, con l'immagine che è generalmente troppo scura. Ergo, il Lumagen è stato un componente molto utile. Aggiongo che io, a Milano sabato prossimo mostrerò il 260 e il 360 senza il lumagen. A Roma qualche settimana fa ho mostrato il 260 senza il Lumagen.

Originariamente inviato da: Microfast;4788920
... Mi limito a constatare che ogni anno molti utenti, quantomeno i più preparati, continuano a gran voce a chiedervi demo di prodotti presentati in condizioni normali, ossia in un setup tipico per il costo del proiettore.
E per una ragione o per l'altra questo non avviene mai o quasi: o il prodotto è immaturo, o il firmware è acerbo, o è l'unico esemplare che ha fatto il giro del mondo e quindi sballottato con le ottiche fuori posto, etc etc etc....[CUT]
Dici che non avviene quasi mai che vengano presentate macchine definitive. Ti ripeto che su sei proiettori presenti (due JVC, due Sony, il Vivitek e l'Epson) quattro erano definitivi (Epson, i due JVC e il Sony 260), uno praticamente definitivo (Sony 760) e solo uno decisamente acerbo. Aggiungo che Epson, JVC e Vivitek erano mostrati nudi e crudi. Quindi il tuo quasi mai non corrisponde a realtà. E comunque non c'erano ottiche fuori posto, nonostante 760 e Vivitek fossero stati sballottati in giro per il mondo.

A Bologna Epson, JVC e Sony 260 erano macchine definitive. Il 760 era un pre-sample, è vero e sabato non ha funzionato. Ma quando ha funzionato andava benissimo. Quindi - secondo me - hanno fatto benissimo a farlo vedere. L'unico dubbio è sul DLP.

Originariamente inviato da: Microfast;4788920
... Sarebbe così semplice attendere che i tempi siano maturi e dimostrare uno di fianco all'altro i vari prodotti concorrenti così come sono, ovviamente regolati decentemente.....[CUT]
Anche tu, in fin dei conti, sei un operatore e dovresti sapere che un evento del genere viene programmato mesi e mesi prima ed è stato scelta la data - a novembre - proprio per dare ancora più tempo alle aziende di portare proiettori definitivi. Ovviamente avevamo avuto rassicurazioni che il prodotti sarebbero arrivati in versione definitiva. Quindi, cosa avresti fatto tu? Avresti rimandato la manifestazione a tempi più maturi il giorno prima? Oppure l'avresti programmata direttamente a Gennaio, in modo che altre manifestazioni avessero bruciato le varie anteprime?

Originariamente inviato da: Microfast;4788920
... Non vedo quale altra ragione ci sia se non quella commerciale di dimostrare dei prodotti non ancora in condizioni se non ottimali almeno stabili.....[CUT]
Un evento del genere è commerciale al 100%. Hai idea di quanti soldi costi un evento del genere? Secondo te perché viene fatto? Per beneficenza?

Originariamente inviato da: Microfast;4788920
... Molti attendevano con ansia di vedere all'opera il famoso DLP vobulato, ma era il caso di farlo vedere in quelle condizioni? alcuni hanno capito che non era una situazione in cui poterlo giudicare, ma molti altri ne sono sicuro,sono tornati a casa con l'idea che sia una porcheria e viceversa gli altri prodotti il non plus ultra, magari oltre i propri meriti.....[CUT]
Non so cosa avrei fatto io al posto di Audiogamma. So che c'erano elementi positivi (risoluzione e dettaglio) che valeva la pena che fossero mostrati. Inoltre non credo ci saranno tante occasioni per vederlo di nuovo un proiettore gel genere: costa poco, lascia pochissimo margine al rivenditore che non credo spenderà tempo e denaro per organizzare eventi per farlo vedere.

Emidio


P.S.

Anche io sono dalla parte del consumatore, libero di dire quello che penso, senza condizionamenti o sudditanze psicologiche e con la coscienza cristallina.
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 17 Novembre 2017, 09:07
Originariamente inviato da: alemefi;4788945
Condivido in toto le affermazioni di Marco
Quindi anche secondo te non ci sono quasi mai demo di prodotti definitivi e in condizioni normali? Come fai a essere d'accordo? Non capisco. La STRAGRANDE maggioranza di prodotti erano definitivi e in condizioni normali.

In più lo scorso anno vi siete lamentati - giustamente - del fatto che i soffitti bianchi troppo bassi sporcavano il rapporto di contrasto e che solo nella piccola saletta di Audioquality, con schermo DarkStar9 c'era qualcosa di degno da vedere. E allora quest'anno, stessi schermi e stesso lettore per tutti. E anche qualche clip simile, in modo da confrontare i prodotti tra loro?

Davvero non ho parole.

Non vi sta bene che fosse mostrato il DLP, fate finta che non fosse arrivato, passate avanti. Non vi va bene che fosse mostrato il Lumagen in serie al Sony, la prossima volta chiedete di spegnerlo per una sessione privata.

Emidio
Commento # 9 di: e.frapporti pubblicato il 17 Novembre 2017, 09:21
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;4788959
E allora quest'anno, stessi schermi e stesso lettore per tutti. E anche qualche clip simile, in modo da confrontare i prodotti tra loro

Questa è stata un'iniziativa davvero encomiabile, io l'ho apprezzata moltissimo ed auspico che venga ripetuta.

Personalmente sono rimasto molto sopreso (in negativo) di aver trovato il Vivitek non calibrato ed evidetemente mi sono perso una probabile spiegazione iniziale da parte di chi gestiva quella sala, in ogni caso leggendo l'articolo di Emidio ho capito cos'era successo.
Per il resto non posso che complimentarmi con l'organizzazione (ottima anche la sincronia delle demo che permetteva di ottimizzare i tempi.
Commento # 10 di: thegladiator pubblicato il 17 Novembre 2017, 10:52
Originariamente inviato da: Microfast;4788920
e senza pesi sulla coscienza


Tradotto? Forse a Emidio è sfuggita ma mi pare leggermente pasantuccia come affermazione, forse la interpreto male io...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »