Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Test Acer S277HK 4K IPS HDMI 2.0

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 25 Febbraio 2015 nel canale 4K

“All'interno del nuovo monitor Acer incontriamo la tecnologia IPS, retroilluminazione WLED, una risoluzione nativa UHD 4K, ingressi DisplayPort 1.2 standard e mini, DVI Dual Link e HDMI 2.0, il tutto all'interno di un design molto elegante, ottime prestazioni, il tutto a meno di 700 Euro, IVA inclusa”

Costruzione, menu e funzioni


- click per ingrandire -

Il nuovo Acer S277HK, a dispetto del prezzo, ha un'estetica molto curata e dà subito una sensazione di robustezza ed estrema cura nella costruzione. La particolare finitura sul pannello anteriore, definita "frameless" (senza cornice) rende il display molto elegante. Una volta acceso, in realtà sul bordo superiore e ai due lati c'è una piccola cornice di mezzo centimetro al di sotto del pannello anteriore. La base in alluminio mi è sembrata un ottimo compromesso tra design, peso e ingombro e consente di posizionare il monitor anche in spazi ristretti.


- click per ingrandire -

Nonostante il design molto curato anche del pannello posteriore, le interfacce per il segnale sono in bella mostra e con le prese poste perpendicolarmente, sconsigliando di fatto sia la posizione del monitor in mezzo ad un ambiente, sia la possibilità di montaggio a muro. Il meccanismo di aggancio alla base permette una leggera inclinazione che vale circa 15° in senso posteriore, in modo da poterne adattare la visione anche se l'asse tra il centro del monitor e gli occhi non fosse coincidente. Mancano la possibilità di regolare l'altezza e  la rotazione.


- click per ingrandire -

Abbiamo quattro ingressi video, esclusivamente digitali e tutti capaci di accettare segnali a risoluzione 4K: due ingressi Display Port 1.2, sia di tipo normale che di tipo mini, un ingresso HDMI 2.0 e anche un ingresso DVI-D Dual Link, anche questo compatibile con segnali a risoluzione 4K, fino a 30p. Sulla destra l'ingresso per l'alimentatore da 19V e le due prese audio minijack per l'audio. Nel retro troviamo anche gli altoparlanti per la riproduzione audio, insospettabilmente generosa. Mancano completamente connessioni USB.


Alcune finestre del menu di calibrazione con il CMS a sei assi per tinta e saturazione
- click per ingrandire -

Il menu è quello classico di altri monitor Acer ed è raggiungibile con cinque pulsanti (a pressione, non a sfioramento) posti sul bordo della cornice inferiore. L'accesso è piuttosto semplice con la funzione di ogni pulsante che viene indicata in fondo alla finestra del menu. Le possibilità di calibrazione sono interessanti. Oltre ad alcune impostazioni predefinite, è possibile modificare il bilanciamento del bianco su due punti (gain e offset), c'è la possibilità di scegliere due curve del gamma pre-impostate (1,8 e 2,2) e anche di calibrare i colori su sei assi (RGBCMY) benché solo per la tinta e la saturazione, senza poter controllare l'intensità.